Nell’ambito della 24 Ore di Le Mans l’ACO ha svolto la tradizionale conferenza di presentazione dei suoi programmi futuri. Pierre Fillon e Frédéric Lénart, rispettivamente Presidente e GM dell’Automobile Club de l’Ouest hanno introdotto le principali innovazioni previste per le prossime stagioni del World Endurance Championship.

In primis, la promozione delle LM P1 private, storico nodo della discordia tra le categorie ammesse. Per favorire l’entrata di nuove forze, è stato definito un pacchetto di modifiche tecniche che prevede l’introduzione del DRS per l’ala posteriore a partire dal 2018. Già dal 2017 invece sarà previsto una riduzione del peso minimo a 830 kg, abolizione del flussometro, eliminazione del numero massimo di motori ammessi nell’arco della stagione, cilindrata libera e nuove dimensioni di ala posteriore e bodywork anteriore.

Tutte queste proposte dovranno essere ratificate World Motorsport Council.

Aco Press Conference Le Mans 24 Hour - Circuit des 24H du Mans  - Le Mans - France

Altro punto focale della prossima stagione, l’introduzione delle nuove LM P2. Presentato nell’occasione il monomotore che alimenterà le nuove Onroak, Oreca, Dallara, Riley Tech-Multimatic, il Gibson Technology GK428 V8 4.2 litri, 600 cavalli nel WEC e nelle serie continentali ACO sin dal 2017, ad eccezione, come noto, dell’Asian Le Mans Series, che introdurrà i nuovi prototipi a partire dal 2019.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Proposta DRS ed altro per le P1 private

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/06/Conf.jpg WEC – L’ACO presenta a Le Mans le innovazioni del campionato