La FIA, nel corso del recente World Motorsport Council di Manila, ha reso pubblici i primi dettagli del futuro regolamento tecnico della categoria principale del WEC, a valere dal campionato 2020-2021.

In quelle che sono state definite quali “discussioni in corso d’opera”, due le specifiche di base della prossima classe regina della serie mondiale, che quasi sicuramente perderà l’acronimo LMP:

– Budget pari ad un quarto degli attuali stanziamenti per le LM P1
– Libertà di design da parte dei costruttori basata sul concetto di “Hypercar”

Confermato quindi quanto nell’aria da tempo (e già accennato su queste pagine), oggetto di discussione nei tavoli tecnici specifici negli ultimi mesi, vale a dire un concept visivo più vicino alle GT1 che animarono le gare endurance nella seconda parte degli anni ’90 che agli attuali prototipi.

Una proposta questa che sappiamo essere molto vicina agli interessi di Aston Martin (nella foto, la Valkyrie AMR Pro presentata a Ginevra), Toyota, McLaren, Ford, Porsche ma anche di Ferrari, che si è già dichiarata “non sfavorevole” all’adozione di tale formula.

Nessun accenno invece al formato della motorizzazione, né tantomeno una parola sulle attuali GTE, che dovrebbero comunque continuare a fare parte della serie mondiale, così come le LM P2, ancorchè la nuova formula potrebbe essere adottata – magari col coinvolgimento dei costruttori come fornitori delle unità propulsive, similmente a quanto accade ora con le DPi – anche nel WeatherTech SportsCar Championship.

La riduzione dei costi porterebbe invece a budget di circa 25 milioni di euro a stagione, se prendiamo per buoni i 100 dichiarati da Porsche nell’ultimo anno di partecipazione tra le LM P1.

Maggiori dettagli ovviamente nel corso della consueta conferenza stampa dell’ACO nella settimana di Le Mans 24. Ricordiamo che lo scorso anno in quella sede venne annunciato un regolamento nato già morto, a seguito dell’abbandono di Porsche di poche settimane dopo, e che ha portato poi alla nascita della “Super-Season” e alle nuove equivalenze delle LM P1 private.

A latere, è stato infine approvato anche un piano per incoraggiare la partecipazione dei piloti di sesso femminile al World Endurance Championship, così come è stata formalizzata la riduzione, già nota, dell’appuntamento di Sebring di marzo 2019 da 1.500 a 1.000 miglia.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

La nuova formula a partire dal 2020-21

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/06/Geneva_Motor_Show__Valkyrie_AMR_Pro_12034-1024x683.jpg WEC – La FIA da il via libera alle “Hypercars”