Ginetta ha approfittato del season opener WEC di Silverstone per presentare lo stato di avanzamento del proprio progetto di LM P1.

Alla presenza del CEO Ginetta, Lawrence Tomlinson, sono stati presentati i tanti aspetti di dettaglio di questa sfida, alla presenza dei vari contributori.

Si va dall’italianissima ARS Tech, che si occuperà del telaio, alla ARC di Adrian Reynard e alla Williams Advanced Engineering, che cureranno l’aspetto aerodinamico della nuova creatura dell’Ing.Paolo Catone.

A spingere la Ginetta LM P1 sarà, come già anticipato su queste pagine, il motore Mecachrome V6 turbo a 120°, mentre il gruppo del cambio a 7 marce sarà fornito dalla XTrac.

Il progetto risulterà innovativo anche per il formato economico. La nuova Ginetta verrà proposta infatti ad un prezzo già fissato in 1.340.000 sterline priva di motore, che verrà fornito, insieme all’assistenza tecnica, a 594.000 sterline a stagione. Dichiarati obiettivi sfidanti anche dal punto di vista dello sviluppo e dei test.

Il tutto è stato esposto alla presenza dei vertici di Rebellion Racing, Barth Hayden in testa, a dimostrazione dell’interesse del team svizzero a rientrare nella categoria, probabilmente proprio con Ginetta.

E proprio dalla svizzera giunge la notizia di un nuovo progetto sempre in LM P1. Il promotore di questa nuova iniziativa è Benoit Morand, lo scorso anno a gestire il programma RGR in LM P2, che ha annunciato ad alcuno media la propria volontà di entrare nella massima categoria a partire dalla prossima stagione.

La macchina si starebbe già costruendo intorno al motore, vera chiave del progetto, e maggiori dettagli dovrebbero emergere dopo Le Mans.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Morandi guida un nuovo progetto svizzero LM P1 per il 2018

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/04/Ginetta_show-1024x682.jpg WEC – Ginetta si presenta