Iniziate le attività in pista per la 6 ore del Fuji, quinta prova del FIA WEC. Temperatura ideale e pista asciutta in assenza del temutissimo super-tifone Vognfong, che pare avere rallentato la propria corsa e – secondo le ultime previsioni – dovrebbe permettere uno svolgimento regolare del weekend.

Audi in controllo in entrambe le sessioni, con Loic Duval al mattino e con Lucas di Grassi nel pomeriggio. Il tempo da battere per ora è di 1.27.852 della R18 e-tron quattro #1. A seguire, ben distanziata, la vettura gemella di Marcel Fassler, a oltre mezzo secondo.

Seconda fila virtuale per Neel Jani con la prima Porsche 919 Hybrid e Sebastien Buemi con la Toyota TS040-Hybrid #8.

Tra le LM P1-L, miglior tempo per Fabio Leimer sulla Rebellion R-One #13 con 1.31.971. Ricordiamo che lo scorso anno la #13 terminò terza assoluta nella seppur ridotta versione della gara. Lontanissima la Lotus CLM P1/01.

Tra le LM P2, miglior crono per Roman Rusinov e la Ligier JS P2-Nissan del G-Drive con 1.34.027, davanti a Kiril Ladygin e la Oreca-Nissan dell’SMP Racing.

Tra le GT, sono le Aston Martin a dettare legge, con Stefan Mucke primo in GTE-Pro con 1.39.884 a precedere le due entry GTE-Am di Pedro Lamy e Nicki Thiim. P2 di categoria per Gianmaria Bruni con la F458 di AF Corse, a 7 decimi, preceduto in classifica generale da altre due entry Am, le Porsche Proton e Prospeed di Klaus Bachler e Mathieu Vaxiviere.

Sabato in programma un ultimo turno di libere e le qualifiche, rispettivamente alle 9.30 e alle 13.20 ora locale.

Piero Lonardo

I risultati delle libere 1

I risultati delle libere 2


Stop&Go Communcation

Le Aston Martin fanno il vuoto in GT

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/10/Audi1.jpg WEC – Fuji, Libere 1 e 2: Audi in controllo anche in Giappone