Come nelle peggiori previsioni, la pioggia giapponese di ottobre, ampiamente annunciata, ha completamente vanificato la 6 Ore del Fuji.

La gara, partita dietro safety car, è stata interrotta per ben due volte con red flag e, dopo ripetuti tentativi di trovare uno spiraglio di che permettesse uno svolgimento seppure in forma minimale, è stata definitivamente dichiarata terminata dopo 4h36 dallo start con una terza bandiera rossa.

In testa la Toyota TS030-Hybrid di Kazuki Nakajima, davanti all’Audi R18 e-tron quattro di Loic Duval. L’Audi in pole e l’altra Toyota sono state costrette ad impreviste soste ai box al secondo start e cedono il gradino più basso del podio ad Andrea Belicchi e alla Lola Rebellion, che completa così una giornata trionfale per il team svizzero.

In LM P2 si ricalca lo schieramento di qualifica con Oak Racing davanti a G-Drive e Gainer International.

In GTE-Pro, i problemi alla sospensione dell’Aston Martin #99 proiettano Gian Maria Bruni al secondo posto dietro all’aston del poleman Frederic Makowiecki e davanti alle Porsche di Patrick Pilet e Marc Lieb

In GTE-Am infine, il testacoda della Corvette Larbre permette la doppietta alla casa inglese, con Bruno Senna davanti a Jamie Campbell-Walter. Gradino più basso del podio per Paolo Ruberti e la Porsche Proton.

Al momento in cui scriviamo la Toyota vincitrice risulta sotto investigazione per non essere rientrata in pit lane all’esposizione della definitiva bandiera rossa; il punteggio piloti inoltre, dovrebbe essere attribuito solamente all’unico pilota che ha presso parte ai 16 giri complessivi dietro safety car.

UPDATE: Nessuna azione è stata intrapresa post-gara nei confronti della Toyota vincitrice.

Date le particolari condizioni climatiche, verrà assegnato metà punteggio a tutti i piloti iscritti, così come ai teams. Questo risultato porta alla matematica assegnazione del titolo costruttori all’Audi.

In GT, Fiancarlo Fisichella e Gianmaria Bruni estendono entrambi la propria leadership nella classifica piloti con 6 punti di vantaggio sulla coppia Porsche formata da Marc Lieb e Richard Lietz.

Prossima gara, la penultima del campionato 2013, fra tre settimane a Shanghai.

Piero Lonardo

L’ordine di arrivo provvisorio


Stop&Go Communcation

Come nelle peggiori previsioni, la pioggia giapponese di ottobre, ampiamente annunciata, ha completamente vanificato la 6 Ore del Fuji. La […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/10/rain.jpg WEC – Fuji, Gara: Meteo protagonista. Agli atti resta la vittoria Toyota