29 vetture confermate per la 6 Ore del Fuji, sesto round del mondiale FIA WEC, in programma dal 18 al 20 ottobre sullo storico circuito giapponese.

Data l’importanza dell’appuntamento, nessuna casella ancora TBA, ma diverse variazioni nell’organico degli equipaggi, oltre ad alcune new entry.

In primis il debutto della Gainer International, che schiererà la Zytek-Nissan LM P2 del Greaves Motorsport per i due piloti giapponesi Katsuyuki Hiranaka e Masayuki Ueda e per lo svedese Björn Wirdheim, già visto in azione con profitto ad Interlagos.

Sempre in LM P2, torna invece dopo Silverstone e Le Mans, direttamente dall’Asian Le Mans Series, la Morgan-Nissan del team di Hong Kong KCMG gli altri due giapponesi Hiroshi Koizumi e Tsuigio Matsuda insieme a Richard Bradley.

Tra le LM P1, a controbattere i due confermatissimi equipaggi Audi ci saranno come previsto due Toyota TS030-Hybrid, con il ritorno dopo Le Mans della #7 di Alexander Wurz, Nicolas Lapierre e dell’idolo locale Kazuki Nakajima.

In Rebellion, stante il concomitante impegno alla Petit Le Mans, torna al volante della Lola-Toyota Andrea Belicchi, completamente ristabilito dalle conseguenze di Le Mans, che farà coppia con Mathias Beche. A Road Atlanta purtroppo il nostro portacolori non potrà difendere la strepitosa vittoria dello scorso anno ottenuta con Nico Prost ed li neo-acquisto Porsche Neel Jani, che nell’enduro Georgiana verranno affiancati da Nick Heidfeld.

Oltre alle due new entry sopra descritte, in LM P2 ritornano anche l’ex-F1 Shinji Nakano, che bissa la presenza dello scorso anno, anche se questa volta al volante dell’Oreca della Delta-ADR con Tor Graves e James Walker, e Keiko Ihara sulla terza Morgan dell’Oak Racing in coppia con il solo patron Jacques Nicolet.

In GT, la recente decisione dell’Aston Martin di lasciare una Vantage negli States in prospettiva del nuovo campionato USCC ha comportato come anticipato dalla casa inglese una redistribuzione degli equipaggi.

Il vincitore di Austin, Frederic Makowiecki, appaierà i veterani Darren Turner e Stefan Mücke sulla #97 GTE-Pro, mentre l’altro vincitore del COTA, Bruno Senna, sarà schierato in GTE-Am al posto di  Nicki Thiim sulla #95. Sicuramente questa decisione scaturisce dalle polemiche innescate dal patron del team 8 Star, Enzo Potolicchio, all’indomani della vittoria di categoria al COTA da parte di Jamie Campbell-Walter e Stuart Hall, che nell’occasione verranno affiancati, come da recente normativa FIA, da un altro pilota “silver ranked”, l’inglese Johnny Adam.

Equipaggi immutati sulle altre vetture, compresa la star locale Kamui Kobayashi sulla Ferrari #71, salvo la new entry Markus Palttala sulla Porsche GTE-Am dell’IMSA Performance Matmut.

L’appuntamento è per le prime prove libere di venerdì 18 ottobre.

Piero Lonardo 


Stop&Go Communcation

29 vetture confermate per la 6 Ore del Fuji, sesto round del mondiale FIA WEC, in programma dal 18 al […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/10/ToyAudi.jpg WEC – Fuji, entry list definitiva: Bruno Senna in GTE-Am!