Finalmente Fernando Alonso è salito sulla Toyota TS050 Hybrid LM P1. Il due volte campione del mondo di Formula 1 ha preso contatto con il prototipo e, dopo un veloce shakedown svolto da Sebastien Buemi e l’inevitabile installation lap, si subito è lanciato sulla pista di Sakhir, teatro non più tardi della sera precedente dell’ultimo atto del World Endurance Championship.

37 giri al mattino e 76 nel pomeriggio per l’asturiano, accreditato alla fine di 1.43.013, che nello stupore generale si è defilato senza rilasciare alcuna dichiarazione.

Per lui ha parlato il direttore tecnico di Toyota, Pascal Vasselon: “Tutto bene, nessun testacoda, abbiamo fatto in modo che Fernando potesse familiarizzare con la TS050 Hybrid eseguendo prove di pneumatici insieme a Mike (Conway) con l’altra macchina. In totale ha compiuto oltre 100 giri, più di quelli che compie abitualmente in Formula 1 (ride). Comunque non abbiamo cercato la qualifica con poco carburante.”

Meglio di Alonso però – regular driver esclusi – il vero top rookie della sessione, Pietro Fittipaldi, fresco campione della World Series Formula V8 3.5, giunta nel weekend al proprio atto conclusivo, con la Porsche 919 Hybrid campione WEC (immagine in evidenza).

Il nipote del grande Emerson, senza praticamente alcuna preparazione per l’evento – al contrario di Alonso e di Thomas Laurent, pure invitato dal costruttore giapponese – ha girato sia al mattino che nel pomeriggio, compiendo complessivamente 32 giri, con una miglior prestazione di 1.42.275.

“Ho avuto solamente oggi per adattarmi, senza nemmeno un test al simulatore – ha affermato il 21enne brasiliano, che non ha ancora programmi definitivi per il futuro prossimo – Tante cose da imparare ma alla fine il test è andato oltre le aspettative. In Porsche hanno fatto un gran lavoro per mettermi in condizione di andare forte e avvicinare il tempo di Timo (Bernhard) che ha fissato il limite.”

Tornando a Toyota, anche per Thomas Laurent i 30 giri da copione, con impegno solo al mattino ed un best lap di 1.43.273. “Che dire.. la macchina è magnifica: l’effetto suolo, la frenata, il grip, tutto impressionante. Dopo i giri effettuati al simulatore a Colonia ho dovuto imparare l’utilizzo del volante ma non potevo essere preparato all’incredibile boost dell’ibrido.” Ha terminato il vicecampione LM P2.

Insieme alle LM P1, test anche per le LM P2, con il vicecampione WSR Matevos Isaakyan al volante della Rebellion, ma anche il connazionale Konstantin Tereshchenko, che con l’Oreca del TDS ha conquistato il miglior tempo della categoria al mattino con 1.48.902, poi limato nel pomeriggio in 1.48.444, oltre 4 decimi meglio dell’accoppiata Alpine formata dal giovanissimo Gabriel Aubry e dall’esperto Nicolas Lapierre.

Chances sempre tra le LM P2 per Rinus Van Kalmthout, meglio con conosciuto come Rinus VeeKay, vicecampione in carica nella USF 2000 americana, ed il canadese Garrett Grist, entrambi col Jackie Chan DC Racing; scelta esotica invece per il G-Drive con l’indiano Mahaveer Raghunathan.

La Ferrari neotitolata in GTE-Pro ha ospitato sulla #51 campione il terzo classificato del WSR, il messicano Alfonso Celis Jr. Sulla 488 versione 2016 #61 invece ha debuttato come preannunciato nei giorni scorsi, il giapponese Ishikawa Motoaki, accompagnato dal veterano Olivier Beretta, in previsione di una prossima entry in GTE-Am nel prossimo anno.

Chilometri aggiuntivi anche per le due Porsche 911 RSR, con i quattro piloti regolari Richard Lietz, Fred Makowiecki, Michael Christensen e Kevin Estre, più i “cavalli di ritorno“ Earl Bamber e Nick Tandy, Gli ultimi due faranno sicuramente parte del programma IMSA, dando il cambio all’accoppiata Bruni-Vanthoor, destinata al WEC. Da definire quindi per Porsche l’ultima accoppiata per la serie mondiale, che al momento vede favoriti l’eterno Richard Lietz e Kevin Estre.

E’ veramente tutto per la stagione mondiale dell’endurance 2017. L’appuntamento in gara con la 6 Ore di Spa a maggio.

Piero Lonardo

I risultati del rookie test WEC


Stop&Go Communcation

Bene anche Konstantin Tereschenko con l’Oreca LM P2 del TDS

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/11/PLM9285-1024x682.jpg WEC – Bahrain, Rookie test: Gran finale con Alonso, ma il più veloce è Fittipaldi