Il secondo turno di prove libere, della 6 Ore del Bahrain non cambia i valori in campo per l’assoluto; anzi, ora sono due le Porsche 919 Hybrid davanti a tutti, con Neel Jani, evidentemente di nuovo nelle condizioni di dire la sua dopo qualche prova altalenante dalla vittoriosa Le Mans in poi, ancora davanti a tutti sotto i riflettori della pista araba con 1.39.817 davanti a Brendon Hartley, a poco meno di mezzo secondo.

A ruota Lucas di Grassi, il migliore dell’Audi, e Mike Conway, che continua a mantenere viva la speranza di titolo per l’equipaggio della Toyota TS050-Hybrid #6.

Pare debba terminare in bellezza il duello durato tre anni tra le P1 private, con Alexandre imperatori che non riesce ad eguagliare il tempo del connazionale e compagno di squadra in Rebellion Mathèo Tuscher, e con il crono di 1.47.178 precede di 4 decimi Pierre Kaffer, ancora una volta il migliore tra i piloti della CLM del ByKolles.

E’ tornato Renè Rast, fresco papà, e si piazza subito al top fra le LM P2 con il tempo 1.50.056 e l’Oreca del G-Drive (nella foto), davanti alla Alpine fresca campione di Gustavo Menezes e alla Manor di Alex Lynn.

Prosegue invece il mistero Aston Martin. Le due Vantage paiono volare tra le dune di Sakhir e si migliorano ulteriormente, rifilando quasi 2” di distacco al primo degli inseguitori, nella fattispecie la Ford GT di Andy Priaulx, trionfatrice degli ultimi due round, con Marco Sorensen al top con 1.57.226, a precedere il compagno di squadra Darren Turner di soli 0.007.

Unica nota positiva di queste libere in GTE-Pro, il rientro tra i ranghi della Porsche del Dempsey-Proton, all’ultima partecipazione con questa denominazione, a mettere ulteriore pepe nella lotta al titolo tra Ferrari e, appunto, Aston Martin, che primeggiano anche tra le Am grazie al solito Pedro Lamy, unico a scendere sotto i 2’ con 1.59.460, nel tentativo di impresa disperata nei confronti della Ferrari F458 AF Corse #83. Sempre in evidenza dietro il portoghese Ricky Taylor e la Corvette Larbre, comunque distaccato di ben 1”1.

Tutto pronto per le qualifiche, alle 17 ora locale di domani, precedute come al solito da un’ultima ora di libere.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 2


Stop&Go Communcation

Torna Rast e fa il miglior tempo tra le LM P2. Volano le Aston Martin in GT

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/11/Gdrive-1.jpg WEC – Bahrain, Libere 2: Porsche ancora padrona