Si sono svolte nel pomeriggio odierno le prime due sessioni di prove libere della 6 Ore del Bahrain, ultimo appuntamento del FIA WEC 2015.

Nel pomeriggio di Sakhir, sotto un clima caldo ma non torrido come nelle aspettative della vigilia, Porsche in evidenza con la 919 Hybrid già campione costruttori di Timo Bernhard, autore di 1.42.800, a precedere l’Audi R18 e-tron quattro di André Lotterer, ricordiamo ancora in lotta per l’assoluto piloti insieme ai compagni Benoit Treluyer e Marcel Fassler, a soli 17 millesimi.

Al tramonto le due Audi hanno consolidato la leadership con Marcel Fassler autore di 1.42.133, a precedere il compagno di squadra Loic Duval.

Rebellion, qui ancora una volta senza Nick Heidfeld, infortunatosi al polso nell’ultimo appuntamento della Formula E, senza rivali tra i privati con Alexandre Imperatori e Mathias Beche separati nel primo turno da un solo millesimo. Beche ha poi limato quasi 2” al proprio tempo, portandosi a 1.48.385, distanziando la CLM P1/01 di Simon Trummer di circa 8 decimi.

Tra le LM P2, in evidenza la Ligier JS P2 #28 del G-Drive con Pipo Derani autore di un tempo monstre di 1.50.029 davanti a Nick Tandy con l’Oreca 05 dei rivali del KMCG, lasciati a oltre 7 decimi. Terza piazza per i vincitori di Shanghai dell’Alpine Signatech, i migliori del primo turno. Bene la debuttante BR01-Nissan di AF Racing, che ha potuto girare con continuità.

Tra le GT, dominio delle Ferrari, alla caccia dei titoli costruttori e piloti, che piazzano una doppietta in GTE-Pro in entrambe le sessioni, con Toni Vilander (nella foto), autore nella seconda sessione di 1.59.402 a precedere James Calado.

Solo terza piazza per la Porsche 911 RSR ufficiale – forse all’ultima apparizione col Team Manthey – del neocampione IMSA Patrick Pilet, unico a scendere sotto i 2’ al di fuori delle F458. Solo quarta, nonostante le ultime modifiche al BoP, la migliore delle Aston Martin con Marco Sorensen.

Cavallino dominante anche in GTE-Am, dove Andrea Bertolini ha segnato il miglior tempo con 2.00.866 sulla Porsche del Dempsey-Proton nelle mani di Patrick Long. Terza piazza assoluta per Pedro Lamy, col migliore tempo della prima sessione.

Il programma di venerdì prevede una terza ed ultima sessione di libere e le qualifiche, rispettivamente alle 11 e alle 17 ora locale.

Piero Lonardo

La classifica delle Libere 1

La classifica delle Libere 2


Stop&Go Communcation

Ferrari padrona in GT

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/11/ND5_6419_691.jpg WEC – Bahrain, Libere 1 e 2: Audi, un acuto al tramonto