Quantomai avvincenti le prime fasi di gara della 6 Ore del Bahrain. Al pronti via sono le due Porsche 919 Hybrid di Romain Dumas e Brendon Hartley a prendere il comando, ma dopo poche curve la Toyota TS040-Hybrid di Sebastien Buemi ha già ripreso la posizione di partenza, innalzandosi al comando al termine del primo giro, con Alexander Wurz presto secondo.

Dietro le due Porsche Lucas di Grassi, sull’Audi completamente ricostruita per la seconda volta nel weekend, si impossessa della quinta piazza sul compagno di squadra Marcel Fassler.

Subito out la Lotus CLM P1/01 di Pierre Kaffer, parcheggiata alla curva 6 senza possibilità di movimento, e quindi la LM P1-L vede le due Rebellion R-One di Mathias Beche e “Dodo” Kraihamer in tranquillità verso l’ennesima doppietta.

Lotta al coltello anche in LM P2, con la Ligier JS P2-Nissan di Olivier Pla, passata al via da Nic Minassian con la prima Oreca-Nissan dell’SMP Racing e poi costretta ad una sosta ai box per rimediare al contatto con l’altra Oreca del KCMG che comporta la riparazione della sospensione posteriore destra.

Le due entry russe si trovano a proprio agio sul circuito arabo, al punto che Kirill Ladygin riesce a transitare in seconda piazza, passando Alex Imperatori. Purtroppo per il pilota sovietico però, dopo 37’ si stacca il cofano anteriore della sua Oreca ed è costretto a sua volta ad una sosta ai box che lo riporta a tiro della entry del G-Drive.

Nel mentre anche la prima Full Course Yellow per rimediare ad alcuni detriti in pista. Nei due soli minuti di neutralizzazione ne approfittano per rifornire le due Toyota di testa, la Porsche 919 Hybrid #20 e le due Porsche 911 RSR.

Grazie a questo pit-stop anticipato sono proprio le due Porsche a condurre virtualmente in GTE-Pro dopo un giro di lancetta piccola, dopo che Gianmaria Bruni ha avuto la meglio sin dallo start sull’Aston Martin in pole di Darren Turner. In GTE-Am, gara spettacolo fin qui di Nikki Thiim e dell’Aston #95, che ad un certo punto si è trovato anche a inseguire da presso il nostro portacolori romano.

Problemi invece all’altra Vantage GTE-Pro di Alex MacDowall, costretto ad una lunga sosta ai box dopo il primo pit a causa di un problema alla centralina, che verrà poi sostituita.

Piero Lonardo

La classifica alla prima ora


Stop&Go Communcation

Lotta serrata a tre in GT

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/11/start_gd.jpg WEC – Bahrain, Gara, 1a Ora: Toyota imprendibili