Alla fine è stata l’Audi la regina dei test collettivi WEC del Nürburgring. Il meteo tedesco ha finalmente offerto un po’ di tregua e nella seconda giornata i tempi sono scesi vistosamente.

La R18 e-tron quattro contraddistinta dal #9 (nella foto) ha segnato il miglior crono della sessione con Loic Duval con 1.37.456. Dietro, ma di poco, a soli 2 decimi, la Porsche 919 Hybrid trionfatrice di Le Mans, che ha alternato Timo Bernhard, Romain Dumas e Marc Lieb.

Più staccata, a oltre 2”, la Toyota, mentre la CLM P1/01 del team ByKolles, che ha visto per la prima volta al volante l’austriaco figlio d’arte René Binder a fianco dei due piloti titolari Simon Trummer e Pierre Kaffer, ha preceduto di poco la Gibson 015S-Nissan dello Strakka Racing, vera sorpresa di questi test.

L’asticella per le LM P2 è stata alzata dal team inglese, ricordiamo al debutto con la nuova vettura dopo le prime esperienze stagionali con la Dome S103, in vista del progetto LM P1 in chiave 2017, a 1.45.123, precedendo di oltre 1” le Ligier a motore Nissan e HPD di G-Drive ed Extreme Speed.

Porsche al top in GT, con Richard Lietz, autore di 1.54.518 davanti di un paio di decimi sul compagno di squadra Michael Christensen e di qualcosa di più sulle due Ferrari F458 di AF Corse GTE-Pro. Medesimo ordine anche in GTE-Am, con Klaus Bachler e la Porsche dell’Abu-Dhabi-Proton Racing davanti alla Ferrari dell’SMP Racing con Andrea Bertolini.

E’ tutto per questi test. Il WEC ritornerà in pista al Nürburgring venerdì 28 agosto con le prime libere, in vista della 6 ore di domenica 30 agosto, che vedrà la leggenda dell’endurance teutonica Hans-Joachim Stuck come grand marshal della gara.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

La Gibson Strakka impressiona tra le LM P2

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/07/Nurb_Audi.jpg WEC – Audi conclude al top i test del Nürburgring