Due team hanno deciso di ritirare altrettante vetture dalla lista delle riserve della prossima 24 ore di Le Mans, ARC Bratislava ed IDEC Sport.

Il team slovacco, per voce del team owner/driver Miro Konopka, si è dichiarato fortemente deluso dalla decisione dell’ACO di non accettare la Ligier JS P217 LM P2 tra i 60 fortunati ammessi alla 86ma edizione della classica della Sarthe.

L’ARC Bratislava aveva debuttato lo scorso anno a Le Mans terminando la gara piazzandosi 45ma; in seguito ha disputato l’ultima Asian Le Mans Series, conquistando il terzo posto alle spalle delle due Oreca del Jackie Chan DC Racing.

Nonostante questi risultati la vettura era stata accettata solo tra le riserve, addirittura quale ottava tra le nove definite. Alla luce di questa situazione, con possibilità praticamente inesistenti di aggiungersi ai reali partenti, Konopka ha deciso di chiudere definitivamente la sua avventura tra le LM P2.

Anche IDEC Sport ha ritirato una delle proprie Ligier LM P2 dalle riserve. La vettura #27 era stata iscritta per Patrick Lafargue e figurava al settimo posto nella lista.

Il programma dell’altra JS P217 della squadra diretta da Nic Minassian, ammessa invece alla competizione di giugno dopo il buon 12mo posto finale del 2017, prosegue regolarmente e vedrà alla guida, oltre a Paul Lafargue, nientemeno che Paul-Loup Chatin, campione ELMS 2014 con l’Alpine, già a podio sulla Sarthe nello stesso anno sempre tra le LM P2.

L’ulteriore terzo pilota che si aggiungerà a Lafargue e Chatin, il quale ha già corso per IDEC Sport negli ultimi due round della scorsa ELMS, verrà invece annunciato più avanti.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Il team slovacco deluso dalle decisioni ACO

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/02/PLM0027-1024x682.jpg WEC – ARC Bratislava e IDEC ritirano due riserve da Le Mans