La deadline delle iscrizioni alla 24 Ore di Le Mans ha mietuto altre due vittime, questa volta fra le riserve.

Il primo forfait riguarda l’Oreca-Nossan LM P2 del Boutsen Ginion Racing, risultava iscritta come terza riserva tra i prototipi, dietro alla Morgan del Larbre Competition e alla seconda Alpine Signatech. Il team belga peraltro non parteciperà nemmeno al season opener della ELMS a Silverstone, mentre il pilota designato per Le Mans, Vincent Capillaire, è successivamente approdato alla corte di Sebastien Loeb per la serie continentale.

La seconda defezione ci riguarda più da vicino e si riferisce alla Ferrari F458 iscritta da Risi Competizione per Tracy Krohn, che fungeva da terza e ultima riserva tra le GT, reduce dall’avere sfiorato il podio di categoria alla recente 12 ore di Sebring (foto).

Chi invece sta consolidando la propria posizione è Jota Sport. La squadra inglese ha annunciato che prenderà parte a due round del WEC, affiancando nientemeno che Marc Genè ai due “regular” Simon Dolan ed Harry Tincknell alla 6 Ore di Spa e alla 24 ore di Le Mans.

Dopo l’ingaggio di Filipe Albuquerque, che correrà per il team di Simon Dolan per tutta la ELMS, si tratta di un nuova cooperazione con Audi Sport. Chissà che questo rapporto non prosegua nel futuro anche con la fornitura di un motore della casa dei quattro cerchi. Al riguardo ricordiamo che nell’inverno era stato concepito un propulsore Audi derivato dalla unità utilizzata nel DTM destinato alla classe maggiore, la LM P1, motore che alla fine però non è stato adottato da nessuna squadra e che potrebbe essere rivisto in funzione del mercato regolamentato delle LM P2.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Ritirate dalla classica della Sarthe le due entry di Boutsen Ginion Racing e Risi Competizione. Jota sempre più legata ad Audi.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/03/Krohn_box.jpg WEC – Altri due forfait fra le riserve di Le Mans. Marc Genè rinforza Jota