La chiusura del programma endurance da parte della Peugeot, annunciata ieri pomeriggio, è stato un fulmine a ciel sereno per l’ambiente delle gare di durata, proprio alla vigilia di una stagione-chiave che vedrà la rinascita del Mondiale di specialità.

La notizia è stata accolta “con rammarico” da parte dell’Automobile Club de l’Ouest, organizzatore del campionato e della 24 Ore di Le Mans. Ma il presidente Jean-Claude Plassart, nel suo commento, non ha mancato di lanciare una frecciata significativa: “È una grossa delusione. Il World Endurance Championship è stato creato su richiesta dei costruttori e in particolare della Peugeot. Non c’è dubbio che le centinaia di migliaia di fans che ogni anno assistono alla 24 Ore di Le Mans e i milioni di telespettatori saranno dispiaciuti per questa assenza”.

Proprio ieri si è chiusa la prima fase di iscrizioni al WEC e alla gara della Sarthe, con la lista che sarà diramata il 2 febbraio. “Si sono registrati molti ingressi, alcuni da parte di grandi costruttori, a dimostrazione che le competizioni endurance sono in salute e dinamiche”, si legge nel comunicato diffuso dall’ACO.

Jean Todt, presidente della FIA ed ex ds della casa transalpina a cavallo tra gli anni ’80 e ’90 (anche a Le Mans), ha invece dichiarato: “La perdita di un competitor forte come la Peugeot è una brutta notizia, che mostra come l’attuale periodo sia difficile per l’industria automobilistica”.

“Penso che in questi casi sarebbe meglio rimanere coinvolti, piuttosto che abbandonare. Ma rispettiamo la loro scelta. Speriamo che presto possano tornare al livello più alto del motorsport”.

La Peugeot ha inoltre sottolineato che a tutti i dipendenti impegnati in questo progetto saranno offerte opportunità di mobilità interna nel Gruppo PSA, attraverso piani di formazione apposita.


Stop&Go Communcation

La chiusura del programma endurance da parte della Peugeot, annunciata ieri pomeriggio, è stato un fulmine a ciel sereno per […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/02/enduranceendurance-190112-01.jpg WEC – ACO e FIA commentano il ritiro della Peugeot