Romain Dumas continua col suo momento vincente segnando il miglior tempo nelle prove libere della 6 Ore del Glen, sesto round del WeatherTech Sportscar Championship 2018.

Il due volte vincitore di Le Mans, reduce dal recente primato, il quarto, alla Pike’s Peak con il prototipo Volkswagen a trazione elettrica, ha fissato i cronometri sull’1.33.481 con l’Oreca LM P2 del CORE Autosport. Si tratta della prima volta in stagione in cui una LM P2 conforme ai regolamenti ACO domina una sessione; il precedente primato, la pole position di Helio Castroneves con l’Oreca Penske alla Petit Le Mans 2017.

Dumas ha limato il best lap della prima sessione, ottenuto proprio dal Team Penske con l’Acura DPi da parte di Dane Cameron. A riprova della competitività dello chassis francese, anche il terzo tempo assoluto da parte del teammate al CORE, Colin Braun, che però ha causato una delle due interruzioni della sessione iniziale, dopo una toccata al guardrail; l’altra bandiera rossa a causa della Mazda DPi di Oliver Jarvis, fermo lungo il circuito.

Tornando alla lista dei tempi, a seguire la Cadillac del WTR di Renger van der Zande, il coequipier di Cameron, Juan Pablo Montoya, poi Bruno Senna con la Ligier LM P2 dello United Autosports. Il combo angloamericano, in omaggio alla recente tradizione che vede parte dello schieramento adottare per la gara del weekend del 4 luglio livree patriottiche, ha a sua volta apposto una serie di riferimenti tipicamente britannici.

Da segnalare infine l’ingaggio last-minute di Joel Miller e Chris Owen a rinforzare le entry di Performance Tech ed AFS/PR1 Mathiasen.

Tra le GTLM, al ritorno nella serie dopo il lungo break di giugno, in evidenza le Ford GT, che con Richard Westbrook, Dirk Mueller e Ryan Briscoe conducono la lista dei tempi, col vincitore di Daytona al top col tempo di 1.42.886. Non lontane però le Porsche, pure ricordiamo gestite dal CORE Autosport per Porsche North America, con Laurens Vanthoor, reduce dalla vittoria di Le Mans con la “Pink Pig”, a 3 decimi dal leader. Più lontane le Corvette, con Antonio Garcia P5 a oltre mezzo secondo.

Date le forti temperature del weekend, con punte di circa 38°, quasi tutte le squadre opteranno in gara per stint singoli; ricordiamo al riguardo che solo le BMW si sono presentate nello stato di New York con line-up a tre piloti.

L’Audi del Montaplast sta infine onorando al meglio il proprio rientro nella serie e nel NAEC con Sheldon van der Linde, in cima alla lista dei tempi della categoria con il tempo di 1.45.191, tre decimi meglio della Lexus di Kyle Marcelli e della Lexus di Jack Hawksworth. Subito dietro le due Ferrari gestite da Squadra Corse Garage Italia e Scuderia Corsa di Daniel Serra e Jeff Segal.

Insieme ad Hawksworth e David Heinemeier Hansson, novità dell’ultimo momento sulla Lexus #15 Mario Farnbacher, reduce dal recente successo di Detroit con la concorrente Acura, mentre Daniel Morad si aggiunge all’equipaggio della Mercedes del P1 Motorsports per problemi di visto per Adam Christodoulou.

Oggi si continua con la terza ed ultima sessione di libere e le qualifiche, rispettivamente alle 8.00 ed alle 11.35 AM, sempre ora locale.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 1

I risultati delle Libere 2


Stop&Go Communcation

Ford al top in GTLM, ma Porsche e Corvette sono vicine

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/06/rd_imsa_wg18_80_980.jpg USCC – Watkins Glen, Libere 1 e 2: Dumas riporta in alto una LM P2