Memo Gidley, il pilota del GAINSCO/Bob Stallings Racing ferito nell’incidente della terza ora della scorsa 24 Ore di Daytona con la Ferrari di Matteo Malucelli, si sta lentamente riprendendo.

Come già noto, il pilota di nascita messicana, ha sofferto di fratture multiple ed è stato operato il sabato stesso al braccio e alla gamba sinistra per ridurre le fratture stesse, quindi lunedì 27 per una compressione della bassa colonna vertebrale presso l’Halifax Health di Daytona Beach.

Il pilota della “Red Dragon”, la Corvette DP che partiva dalla pole grazie alla splendida qualifica del compagno di squadra, Alex Gurney, è ancora sotto osservazione da parte del personale medico, che fin qui la ha tenuto sempre sedato.

L’obiettivo dei medici della Florida è di rendere stabili le condizioni del pilota nelle prossime 24-48 ore, dopodiché sarà necessaria almeno una ulteriore settimana di riposo prima che Gidley, che ricordiamo è stato già vittima di uno spettacolare incidente – da cui però emerse fortunatamente con minime conseguenze – in CART nel 2001 a Road America, possa ritornare nella sua nativa California.

Il team owner, Bob Stallings, è sempre rimasto al fianco del suo pilota;  una volta che le condizioni fisiche glielo permetteranno, Gidley dovrà comunque sottostare ad un lungo periodo di riabilitazione, che però dovrebbe portare lo sfortunato pilota ad una guarigione completa.

Piero Lonardo 


Stop&Go Communcation

Memo Gidley, il pilota del GAINSCO/Bob Stallings Racing ferito nell’incidente della terza ora della scorsa 24 Ore di Daytona con […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/01/Gainsco2.jpg USCC – Un lungo recupero per Memo Gidley