Sarà Olivier Pla a partire dal palo nella 64ma edizione della 12 Ore di Sebring. Se durante le libere le LM P2 ACO-Style avevano ceduto alle Corvette DP, durante le qualifiche le due Ligier motorizzate HPD hanno rotto gli indugi, occupando l’intera prima fila dello schieramento.

Olivier Pla con la macchina del Michael Shank Racing ha nuovamente preceduto con il tempo di 1.51.217 tutti gli altri contender come lo scorso anno; in particolare il match-winner di Daytona, Pipo Derani, indietro di soli 174 millesimi con la vettura gemella dell’Extreme Speed Motorsports. Solo seconda fila quindi per le due Corvette DP dell’Action Express Racing, con Dane Cameron a oltre mezzo secondo, e Christian Fittipaldi, terminato addirittura fra le gomme nell’ultimo sforzo di recuperare lo svantaggio.

A seguire quinta piazza per la Mazda di Tristan Nunez, risultato corroborato anche dalla settima posizione della vettura gemella affidata a Tom Long, mentre delude l’Oreca 05-Nissan del DragonSpeed nelle mani di Nicolas Minassian, solamente P9 dietro Rubens Barrichello, che ha disputato a sorpresa la sessione con l’altra Corvette DP del Wayne Taylor Racing.

Nessun problema per Colin Braun tra le Oreca PC con la entry del CORE Autosport ed il tempo di 1.54.910. Ad oltre 9 decimi di distacco Tom Kimber-Smith con la vettura del PR1/Mathiasen e ad addirittura 1”7 Johnny Mowlem, terza piazza della categoria con la entry del BAR1 Motorsports.

Bill Auberlen e John Edwards sbaragliano il campo in GTLM con le BMW M6. Pur senza avvicinarsi al tempo monstre ottenuto al mattino, lo statunitense conquista la pole position con 1.58.402. Seconda fila, a oltre due decimi dal primato, per la Ferrari 488 GTE iscritta da Scuderia Corsa di Daniel Serra e per la prima delle Ford GT con Richard Westbrook. A seguire le due Corvette trionfatrici a Daytona di Antonio Garcia e Tommy Milner. Tutto il pacchetto dei dieci contender è racchiuso in meno di 8 decimi.

Avvincente anche la battaglia a tre in GT Daytona fra la Viper GT3-R di Jeroen Bleekemolen, ancora una volta il migliore anche nelle ultime libere, la BMW M6 di Jens Klingmann e la Ferrari 488 GT3 di Jeff Segal si è risolta a favore di quest’ultima, che con il tempo di 2.02.350 ha preceduto l’olandese di soli 36 millesimi.

A seguire ben tre Porsche 911 GT3 R, mentre la prima delle Lamborghini Huracàn, quella di Spencer Pumpelly, è solo P8 dietro anche alla “vecchia” Ferrari 458 GT3 di Raffaele Giammaria. Da segnalare problemi al cambio per l’Audi R8 LMS GT3 dello Stevenson Motorsports di Robin Liddell, che sarà costretto a partire dal fondo dello schieramento.

UPDATE: La vettura del CORE Autosport, poleman tra le PC, partirà dal fondo dello schieramento dei prototipi, come da regolamento, in quanto il team ha deciso di non fare partire Colin Braun, pilota che qualificato la macchina. Stessa situazione tra le GTD anche per l’Audi R8 #6 dello Stevenson Motorsports, che partirà con Andrew Davis.

Lo start della 64ma edizione della 12 Ore di Sebring domenica alle 10.40 AM ora locale.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 4

I risultati delle Qualifiche

La griglia di partenza definitiva


Stop&Go Communcation

BMW imbattibili in GTLM. Debutto in pole per la 488 GT3

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/03/Pla-Pole2.jpg USCC – Sebring, Libere 4 e Qualifiche: Olivier Pla, ancora pole