Anche a Sebring come a Daytona è presente una folta pattuglia di piloti IndyCar, in attesa dell’inizio della loro stagione. Nella terza sessione di libere in notturna in preparazione della 12 Ore di Sebring hanno sbaragliato la concorrenza.

Ancora una volta a primeggiare come al mattino è stato Scott Dixon con la Riley-Ford EcoBoost DP #02 del Team Ganassi. Il neozelandese, autore di un ottimo 1.53.090, ha preceduto la Corvette DP di Sebastien Bourdais e l’altra Riley-Ford di Justin Wilson. La top five è completata da un altro pilota di monoposto, Simon Pagenaud, con la prima LM P2, l’HPD ARX-03b dell’Extreme Speed, preceduto a sua volta dalla terza Riley-Ford di Memo Rojas.

In GT ancora in evidenza le Corvette con Oliver Gavin di poco sopra ai 2’, a precedere le due BMW Z4 GTE di John Edwards e Joey Hand. Solo ottava posizione per Gianmaria Bruni e la Ferrari F458 di Risi Competizione (nella foto), ma i piloti del cavallino, dopo il miglior tempo di stamane, ostentano fiducia nonostante la forte concorrenza.

A primeggiare tra le PC è stato un ex-IndyCar, Bruno Junqueira, mentre in GTD Leh Keen ha lasciato indietro tutti con la Porsche 911 GT America dell’Alex Job Racing.

Da segnalare anche stasera ben cinque red flag. A farne le spese Jim Pace con la Riley-Dinan dell’Highway to Help, la meno competitiva delle DP, l’ex GP2 e collaudatore McLaren Sam Bird sulla Oreca LM PC residua dello Starworks, autori di due uscite di strada, ma soprattutto Nico Verdonck, che, complici i noti bump, è uscito male dal rettilineo e ha fracassato fragorosamente la sua Porsche contro le gomme della curva 1. Nessuna conseguenza per il pilota e macchina apparentemente riparabile nonostante i danni estesi alla carrozzeria ma tanto tempo perso per riparare le barriere di contenimento. Nel finale di sessione problemi anche per la BMW Z4 GTD di Paul Dalla Lana, uscito alla curva 13, e per l’Aston Martin di Al Carter, che ha dechappato l’anteriore destra.

Appuntamento a domani per la quarta sessione di prove libere e le qualifiche.

Piero Lonardo

I risultati  delle libere-3


Stop&Go Communcation

IndyCar al potere con il neozelandese a precedere nella top five altri tre piloti delle monoposto più veloci d’America.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/03/RisiN.jpg USCC – Sebring, Libere-3: Dixon domina la sessione notturna