A Sebring la lotta per il comando prosegue immutata mentre si corre veloci verso il tramonto tra le due Cadillac di Action Express e Wayne Taylor Racing. La nera DPi V.R della famiglia Taylor fin qui ha sempre dimostrato minori consumi, e a metà dell’ottava ora questa tattica permette ad Alex Lynn di uscire davanti dal pit-stop effettuato in contemporanea con l’esemplare di Christian Fittipaldi.

Il distacco però si mantiene entro livelli tali che allo scadere dei tre quarti di gara Filipe Albuquerque può restituire la cortesia a Jordan Taylor e riprendersi così la testa della gara, che ora vede in terza piazza la Cadillac #31, che nel frattempo ha avuto la meglio sull’Oreca 07 del JDC/Miller Motorsports che ora viaggia a 3 giri di ritardo.

Tra le PC, consolida il proprio vantaggio l’Oreca dei giovani leoni del Performance Tech, ora di nuovo con Pato O’Ward al volante; da segnalare qualche fiammata nel posteriore dell’Oreca #8 di Starworks alla sosta numero 14, ma nulla che non si possa gestire con qualche colpo di estintore.

La Ferrari del Risi Competizione (nella foto) continua a dare battaglia fra le GT. Dopo un veloce stint da parte di James Calado, Giancarlo Fisichella e Toni Vilander hanno mantenuto con ogni mezzo possibile il contatto con le vetture di testa, fino a raggiungere la P2 virtuale.

Grazie alle strategie sfalsate infatti, alternanza al comando per le Ford #68 e #66, per la Porsche #911 e addirittura per la Corvette superstite, ma allo scadere delle nove ore di gara la classifica dice che il finnico insegue a soli 10” la Ford di Dirk Mueller, e a sua volta precede le altre due GT di Ryan Briscoe e Billy Johnson. Dopo nove ore sono comunque ancora sei le vetture nel giro dei battistrada.

Una 488 ad inseguire anche in GTD, con l’esemplare di Scuderia Corsa sempre alle calcagna della Mercedes leader del Riley Motorsports. Sale quale terza forza la Lamborghini del Paul Miller Racing con Bryan Sellers.

Da segnalare l’uscita di strada che al termine della settima ora ha coinvolto la Lexus di Sage Karam, ferma alla curva 14 e che ha causato la quarta neutralizzazione della gara.

Piero Lonardo

La classifica dopo la nona ora di gara


Stop&Go Communcation

E’ Ferrari show in GT

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/03/FordFerr-1024x682.jpg USCC – Sebring, 9a Ora: Al tramonto la leadership si gioca al pit