Giornata piena di impegni per team e piloti convenuti a Daytona per la Roar Before the 24, con ben 4 sessioni di prove libere, di cui l’ultima in notturna, per 6h45 totali di azione in pista.

Le temperature in pista sono state più clementi ma non hanno permesso un miglioramento generale dei tempi, anche se i migliori sono già ampiamente oltre le migliori prestazioni del 2013. Ricordiamo che lo scorso anno il best crono della Roar fu appannaggio del Michael Shank Racing con 1.42.058 mentre la pole position della Daytona 24 fu segnata dal Chip Ganassi Racing con 1.40.553.

Il Ganassi Racing quest’oggi è stato il più veloce in assoluto grazie alla star della NASCAR Jamie McMurray, che nella 4a sessione, svolta a partire dalle 13, ha segnato 1.38.980 con la Riley DP dotata del nuovo motore Ford EcoBoost, mitigando il dominio fin qui dimostrato dalle Corvette di Action Express e Spirit of Daytona. Il team Ganassi ha però dovuto interrompere anticipatamente i test a causa di problemi elettronici e di motore, problemi patiti anche dall’altra squadra dotata del nuovo propulsore della casa di Detroit, il Michael Shank Racing, che pure ha già abbandonato la partita.

Tra le LM P2, migliora Extreme Speed e scende per la prima volta sotto l’1’40” al mattino con Ryan Dalziel, e migliora anche la DeltaWing (nella foto) portandosi ad un rispettabile 1.40.508; ancora pochi giri invece per le due Multimatic-Mazda SkyActiv con tempi da metà schieramento GTD.

Tra le Prototype Challenge, miglior tempo per una delle star presenti a Daytona, Sam Bird con l’entry dello Starworks Motorsports, che ha alzato l’asticella della categoria ad un ottimo 1.42.010 nella sessione del mattino.

Tra le GTLM, miglior tempo per Jan Magnussen con la nuova Corvette C7.R con 1.46.020, con le nuove Porsche 911 RSR impegnate a nascondersi dopo l’exploit di ieri. Spazio quindi in pista e nei tempi alle SRT Viper e all’Aston Martin Vantage ufficiale, dimostratesi fin qui a livello delle nuove armi di Corvette e Porsche.

Nelle GT Daytona infine, podio giornaliero tutto Porsche con la 911 GT America dello Snow Racing davanti a tutti con Jan Heylen e 1.48.228 davanti a Norbert Siedler e Leh Keen con le entry del Park Place Motorsports e Alex Job Racing, ancora lontani comunque dal best crono segnato ieri dall’Audi R8 LMS del Flying Lizard.

Gran finale della Roar domenica con le ultime due sessioni di test, a partire dalle 10.15 ora locale.

Piero Lonardo

I risultati della practice 3

I risultati della practice 4

I risultati della practice 5

I risultati della practice 6


Stop&Go Communcation

Giornata piena di impegni per team e piloti convenuti a Daytona per la Roar Before the 24, con ben 4 […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/01/DW.jpg USCC – Roar Before the 24, Practice 3-4-5-6: Ganassi, sabato al top