Sull’iconica pista di Road America, tornano di nuovo in azione i protagonisti del WeatherTech USCC per le prime due sessioni di prove libere.

Il nuovo Balance of Performance a quanto pare non ha penalizzato più di tanto le Mazda (nella foto, in azione), che nella prima ora al mattino svettano su tutti con Jonathan Bomarito e Joel Miller, con l’ex-pilota ufficiale delle Viper autore nel finale di 1.56.623.

Nel pomeriggio invece è Oswaldo Negri a svettare con la Ligier JS P2-Honda del Michael Shank Racing, unica LM P2 in pista, e il tempo di 1.55.747, precedendo la Mazda di Tristan Nunez di soli 118 millesimi. A seguire il consueto stuolo di Corvette DP, con Dane Cameron, vincitore qui lo scorso anno con la entry #31 dell’Action Express, a precedere Jordan Taylor e i compagni di squadra Christian Fittipaldi e Joao Barbosa, leader della classifica generale.

Tra le PC, è il solito Colin Braun a dettare il passo con la entry del CORE Autosport ed il crono di 1.59.060 ottenuto nel pomeriggio. A seguire tre vecchie conoscenze, Tom Kimber-Smith, Renger van der Zande, reduce dal secondo posto assoluto alla 24 Ore di Spa, ed il rientrante Bruno Junqueira.

Le modifiche al BoP paiono non avere sortito effetto nemmeno tra le GTLM, dove le Ford GT paiono inarrivabili. Al mattino Richard Westbrook ha preceduto Dirk Mueller, mentre al pomeriggio è stato l’equipaggio della #66 a monopolizzare la lista dei temi, con Joey Hand autore di 2.03.415.

Bene la Ferrari del Risi Competizione, che con Toni Vilander e Giancarlo Fisichella ha ottenuto il terzo tempo in entrambe le sessioni. Nel pomeriggio il romano si è dovuto accomodare alle spalle della BMW M6 di Lucas Luhr, a mezzo secondo dalla vetta.

Ancora lontane, nonostante le modifiche alle equivalenze, le due Porsche 911 che lo scorso anno trionfarono in Wisconsin, così come anche le Corvette, reduci dal 100mo successo solo due settimane fa a Lime Rock. Per la C7.R #3 un cambio di motore che ha tenuto Magnussen e Garcia al palo per tutta la prima sessione.

Come a Lime Rock, è una Lamborghini a spiccare in velocità tra le GTD. Ancora una volta si tratta di Spencer Pumpelly con l’esemplare del Change Racing, autore di 2.07.078, a precedere di soli 40 millesimi la Viper GT3-R del Lone Star Racing di Mike Skeen, mentre nella prima ora di libere era stato Bryan Sellers con la Huracàn GT3 del Paul Miller Racing a svettare su tutti.

Da segnalare l’uscita di strada nel corso della prima sessione per la Ferrari 488 GT3 di Scuderia Corsa, nella sabbia alla curva 12, che ha portato l’unica interruzione della giornata.

Cambio di pilota infine all’interno dell’Alex Job Racing, con Leh Keen sostituito all’ultimo momento da Sven Muller sulla Porsche 911 GT R #22. Muller a sua volta è stato reso disponibile dal forfait del Black Swan Racing, che non dovrebbe essere della partita fino al termine della stagione.

Sabato in programma ulteriori 40’ di libere e le qualifiche, rispettivamente alle 9.25 AM e alle 2,50 PM ora locale.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 1 

I risultati delle Libere 2


Stop&Go Communcation

Ford padrona in GTLM

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/08/Mazdas-1024x683.jpg USCC – Road America, Libere 1 e 2: Prima le Mazda, poi svetta il MSR