Clima perfetto in quel di Road Atlanta per la 17ma Petit Le Mans, con grande responso di pubblico. Il warm-up del mattino ha fornito indicazioni importanti sullo stato della pista. Per la cronaca il miglior tempo è stato di Alex Brundle con Ligier JS P2 dell’Oak Racing con 1.15.174, a 6 decimi dalla pole di Fittipaldi.

Poche novità in griglia con la BMW Z4 #55 e l’Audi R8 LMS #45 del Flying Lizard che partiranno dal fondo dello schieramento per avere cambiato pneumatici rispetto alle qualifiche.

Al via è lesto Joao Barbosa a prendere la testa dalla gara dalla pole con la Corvette DP dell’Action Express, ma Ricky Taylor sulla entry del WTR ingaggia un duello che lo vede presto vincente. Mike Rockenfeller mantiene invece la terza piazza con l’altra Corvette DP dello Spirit of Daytona.

Le ben tre caution che fermano lo slancio delle 51 partenti nei primi 90’ permettono alla seconda entry dell’AXR di prendere la terza posizione dietro a Jordan Taylor e Christian Fittipaldi, subentrati alla guida delle due Corvette DP di punta. Il brasiliano, avendo terminato i 45’ obbligatori, è ufficialmente campione piloti del Tudor USCC 2014. A seguire il vincitore di Austin, Scott Pruett, ha avuto la meglio su Michael Valiante Stabile infine in P6 la DeltaWing dopo la soddisfazione di avere condotto durante il primo pit, ora con il neocampione Indy Lights Gabby Chaves. Problemi invece per la Ligier di Alex Brundle, dopo essere risalito dal fondo dello schieramento; suo comunque il giro migliore in gara finora.

Partenza in grande stile in GTLM per la Porsche in pole con Nick Tandy. Dietro è battaglia vera tra la Ferrari del Risi Competizione di Giancarlo Fisichella e Bryan Sellers con la Porsche Falken Tire. I due si scambiano la posizione un paio di volte ma alla fine ha la meglio la 911. Le caution e i successivi pit-stop rimescolano le carte in tavola al punto di permettere alla Corvette di Antonio Garcia di prendere il comando sulla Porsche #911, ora con Joerg Bergmeister alla guida. A seguire la rossa #62 e la Viper di Marc Goossens.

Tra le PC, il neocampione Colin Braun è riuscito a riprendere le due entry dell’RSR che avevano mantenuto il vantaggio della qualifica, e ora conduce con un robusto vantaggio su Bruno Junqueira e Chris Cumming.

Tra le GTD infine, è Townsend Bell con la Ferrari dell’AIM Autosport ad aver preso il comando, dopo che le fasi iniziali erano state appannaggio della Porsche di Jan Heylen, che è scivolata in P3 dietro la Viper di Ben Keating. Quinto Jeff Westphal con l’altra F458 di Scuderia Corsa. Solo P7 il leader della classifica Markus Palttala con la BMW Z4 del Turner Motorsport.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Infiamma il duello in GTLM: Risi Competizione c’è

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/10/Start-1024x576.jpg USCC – Petit Le Mans, Start: Ricky Taylor all’attacco ma Fittipaldi è già campione