Sarà una prima fila tutta Corvette quella della 18ma Petit Le Mans. Sotto una pioggia battente, Michael Westbrook ha legittimato la prima posizione in classifica portando la Corvette DP del VisitFlorida.com alla prima position stagionale con 1.27.860, davanti a Christian Fittipaldi, che lo insegue anche in classifica generale, sulla entry #5 dell’Action Express, i migliori nelle ultime libere del mattino.

Seconda fila per Joey Hand con la Riley-Ford EcoBoost del Team Ganassi e l’altra Corvette del WTR con Jordan Taylor, mentre la terza ed ultima contender al titolo 2015, la Corvette #31 dell’Action Express, completerà la top five.

Sesta, lontanissima, la DeltaWing, mentre le due Mazda SkyActiv LM P2 non hanno preso parte precauzionalmente alle qualifiche, così come la Ligier del Michae Shank Racing, sistemata a tempo di record dalle officine Elan di Don Panoz, che destineranno la metà del costo della riparazione del telaio al fondo per la famiglia di Justin Wilson.

Tra le PC, gli unici piloti professionisti scesi in pista hanno monopolizzato la prima fila della categoria, con Tom Kimber-Smith a primeggiare con la entry del PR1/Mathiasen Motorsports ed il tempo di 1.32.378 su Johnny Mowlem e la vettura del BAR1 Motorsports.

Tra le GTLM, doppietta delle Porsche con Earl Bamber e Nick Tandy. Il pilota neozelandese ha preceduto di soli 94 millesimi con il tempo di 1.30.304 il co-vincitore dell’ultima Le Mans nonostante un crash alle Esses che ha portato l’unica interruzione delle qualifiche ed il conseguente annullamento del miglior tempo conseguito. Le due macchine di Stoccarda partiranno comunque dal fondo della griglia, per la sostituzione del telaio incidentato della #912 e  per una penalità riscontrata durante le verifiche sulla vettura gemella.

Peggior sorte ancora per la terza 911 RSR in gara, quella del Falken Tire,  vincitori delle ultime due edizioni, uscita di strada con Bryan Sellers nelle fasi iniziali della sessione. Dietro le due GT gestite dal CORE Autosport, la Corvette di Oliver Gavin, la BMW Z4 GTE di Lucas Luhr – all’ultima gara prima del pensionamento a favore delle nuove M6 –  e la Ferrari del Risi Competizione con Giancarlo Fisichella.

In GTD infine, pole nelle ultime battute per la Viper GT3-R per Cameron Lawrence con 1.38.925 sulla Porsche del Park Place di Spencer Pumpelly. Seconda fila per l’altra 911 GT America di Leh Keen e l’Audi R8 del Flying Lizard di Guy Cosmo. P8 a quasi 4” dalla vetta per la leader della categoria, Christina Nielsen con l’Aston Martin del TRG.

Sabato la 19ma Petit Le Mans partirà alle 11 AM, preceduta da un breve warm-up alle 9.00 AM. Le previsioni danno pioggia per tutte e 10 le ore di durata massima della gara.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 4

I risultati delle Qualifiche


Stop&Go Communcation

Bamber porta in pole la Porsche in GTLM nonostante un crash

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/10/Pole.jpg USCC – Petit Le Mans, Libere 4 e qualifiche: Westbrook regala la pole a VisitFlorida