Debutto col botto, in senso figurato, quello del Team Penske nel WeatherTech SportsCar Championship. Juan Pablo Montoya ha infatti dominato la seconda sessione di prove libere della 20ma Petit Le Mans, dopo aver ceduto il passo al recente vincitore di Laguna Seca, Renger van der Zande, nei primi 60’.

Il due volte vincitore della Indy 500 ha gestito al meglio l’Oreca LM P2 a disposizione sua, di Simon Pagenaud e del neoacquisto Helio Castroneves con il tempo di 1.12.445 davanti all’altra Oreca del Rebellion Racing di Mathias Beche e alla Cadillac DPi del suo prossimo teammate, Dane Cameron.

La terza ed ultima sessione, svoltasi come di consueto in notturna, è stata invece dominata da Brendon Hartley, di ritorno sulla Nissan DPi dell’Extreme Speed. Il leader della classifica piloti del WEC ha segnato il miglior tempo della giornata con 1.12.017, lasciando a 3 decimi Filipe Albuquerque, recentemente annunciato full-time in chiave 2018 in seno ad Action Express, e a quasi mezzo secondo van der Zande, sempre più a proprio agio con la Ligier ACO-style del Visit Florida Racing.

Tre su tre per i neocampioni del Performace Tech tra le PC, all’ultima apparizione di sempre nella serie. Miglior prestazione assoluta per James French nella prima sessione con 1.16.328. Lontane le due entry del BAR1.

Distacchi minimi come sempre invece in GTLM, dove a primeggiare è la BMW di Alexander Sims, autore in serata di 1.17.818, davanti al compagno di squadra Nicky Catsburg, dopo che le prime due sessioni erano state appannaggio di Laurens Vanthoor e di Alessandro Pier Guidi, rispettivamente al volante della Porsche #912 e della Ferrari del Risi Competizione.

I migliori tempi scaturiscono dal clima più fresco della terza sessione anche in GTD, dove il primato parziale è appannaggio della Lexus di Jack Hawksworth con 1.20.031 davanti all’Audi del Montaplast di Conor de Philippi e all’Acura di Katharine Legge.

Solo P10 per i leader in classifica di Scuderia Corsa, con Alessandro Balzan e Christina Nielsen, che già allo start potrebbero laurearsi campioni-bis della categoria, destino comune peraltro anche agli altri capoclassifica di Prototypes del Wayne Taylor Racing e della GTLM con gli alfieri della Corvette #3.

Nessuna interruzione o particolare uscita di strada da segnalare, grazie anche al clima asciutto che fin qui ha allietato pubblico ed addetti ai lavori.

Si riprende nella giornata di venerdì con un ulteriore turno di libere e le qualifiche, rispettivamente alle 11.40 AM e alle 4.20 PM. Lo start della 20ma Petit Le Mans alle 11.00 AM di sabato, il tutto ora locale.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 1

I risultati delle Libere 2

I risultati delle Libere 3


Stop&Go Communcation

BMW e Lexus sugli scudi fra le GT

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/10/PENSKED.jpg USCC – Petit Le Mans, Libere 1, 2 e 3: Hartley domina la notte, Montoya il giorno