Nuova penalità a bocce ferme sull’ordine di arrivo della 53ma 24 Ore di Daytona.

Dopo la Corvette DP del Wayne Taylor Racing, che ha perso il gradino basso del podio, tocca ora all’Oreca PC del BAR1 Motorsports.

La barchetta condotta da Johnny Mowlem, Tom Papadopoulos, Tomy Drissi, Brian Alder e Martin Plowman,  è stata depennata della seconda piazza finale della categoria a causa del mancato tempo minimo di guida dei piloti gentlemen.

Solo uno dei due piloti dal ranking silver / bronze ha infatti rispettato il limite minimo di guida, fissato in 4 ore e mezza, mentre per una line-up come quella schierata dalla compagine dell’Ohio, con due piloti platinum come Mowlem – che ricordiamo aveva conquistato la pole – e Plowman, detto limite doveva essere rispettato da entrambi

In conseguenza di ciò, dietro alla vincitrice del PR1/Mathiasen viene classificata la vettura del CORE Autosport, il cui crash ricordiamo ha causato l’ultima caution, mentre la entry del JDC/Miller Autosport,17ma assoluta all’arrivo, eredita il terzo posto tra le PC.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

La PC perde il secondo posto della categoria

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/02/BAR1.jpg USCC – Penalità anche per BAR1 Motorsports a Daytona