Porsche North America risponde ai colleghi europei secondi e terzi nell’ultima manche del WEC al Nurbugring regalando una doppietta nel round riservato alle GT del WeatherTech SportsCar Championship a Lime Rock.

Sull’iconico tracciato del Connecticut le due 911 RSR non hanno avuto rivali, con Gianmaria Bruni partito dalla pole, subito in testa alla gara davanti al compagno di squadra Dirk Werner, che allo start aveva la meglio sulla Ford di Richard Westbrook che lo precedeva.

Presto fuori dai giochi la Corvette di Tommy Milner e la Ford #66 di Dirk Mueller, a contatto dopo circa 23’ di gara ed entrambe costrette ad una fermata extra ai box.

La prima sosta permetteva a Patrick Pilet di uscire davanti alla #912 di Laurens Vanthoor, decretando le posizioni di vertice – strategie escluse – sino alla fine. Ultimo colpo di scema il pit ritardatissimo della Ford #67 a 5’ dalla fine, che costa il podio in una gara caution free a Westbrook e Briscoe, elevando al terzo posto la BMW M6 di Martin Tomczyk e John Edwards davanti alla Corvette #3.

In campionato, Jan Magnussen ed Antonio Garcia aumentano il proprio vantaggio a 7 punti sull’equipaggio della BMW #25, terminata in sesta posizione. Più lontano, da 15 a 17 punti, il terzetto formato dalle due Ford e dalla coppia Pilet/Vanthoor.

Nuovo successo invece in GTD per il re di Lime Rock, Joerg Bergmeister, al volante della Porsche 911 GT3 R del Park Place Motorsports insieme a David Lindsey.

Il pilota tedesco, alla settima vittoria di classe sul tracciato del Connecticut, ha ereditato la testa della gara al secondo giro di pit-stop, a poco meno di un’ora dalla fine, anticipato a dovere dal team texano.

Fino a quel momento era stata appannaggio della Lamborghini Huracàn del Paul Miller Racing di Madison Snow e Bryan Sellers, i quali non sono riusciti a ricongiungersi con la Porsche di testa, che completa così il successo della casa di Stoccarda, che va anche a completare il podio con l’altra 911 di Patrick Long e Daniel Morad dell’Alegra Motorsports.

Long, al ritorno nella categoria dopo una chiamata all’ultimo momento, ha dato il massimo, raggiungendo anche la testa della gara dopo circa 35’, salvo poi perdere la leadership al primo giro di pit-stop. A seguire l’Audi dei vincitori di Mosport, Lawson Aschenbach ed Andrew Davis, e l’Acura NSX GT3 di Andy Lally e Katharine Legge in rimonta dopo due drive-through.

Per la prima volta fuori dal podio dopo Daytona i leader del campionato, Alessandro Balzan e Christina Nielsen, sesti. L’accoppiata di Scuderia Corsa però riesce ad aumentare il vantaggio in classifica generale a 17 punti grazie alla battuta d’arresto occorsa alla Mercedes-AMG GT3 di Ben Keating e Jeroen Bleekemolen, a contatto con la BMW M6 GT3 di Jens Klingmann. Problemi nel finale anche per l’Aston Martin del TRG, rientrata a sorpresa per questo appuntamento, ferma lungo il circuito a pochi minuti dalla fine allorquando viaggiava in quarta posizione.

Prossima gara della massima serie endurance americana fra due settimane a Road America, tutte le classi presenti.

Piero Lonardo

L’ordine di arrivo


Stop&Go Communcation

Bergmeister ancora re di Lime Rock, stavolta con le GTD

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/07/Porsches-1-1024x749.jpg USCC – Lime Rock, Gara: Doppietta Porsche