Richard Westbrook e Michael Valiante si aggiudicano il Continental Tire Monterey Grand Prix a Laguna Seca, quarta prova del Tudor USCC con la Corvette DP del VisitFlorida.com.

L’equipaggio anglo-canadese ha saputo capitalizzare un paio di situazioni, la partenza ed il secondo pit-stop, per vincere una corsa tirata dal primo all’ultimo giro sulla vettura gemella (con telaio però Dallara) del Wayne Taylor Racing di Jordan e Ricky Taylor.

E’ stata una gara intensa e combattutissima, che come spesso accaduto sulla pista californiana, non ha lesinato momenti agonistici entusiasmanti. A cominciare proprio dallo start, con una lotta a tre che ha visto protagonisti sia le due Corvette DP che la Riley-Ford EcoBoost del Team Ganassi di Scott Pruett, che aveva la peggio fra le tre DP ed era costretta a lasciare spazio anche all’altra Corvette dell’Action Express di Christian Fittipaldi, partita a razzo dalla quinta piazzola.

Purtroppo per il team ufficiale Ford, un problema al cambio li poneva presto al di fuori dalla lotta di testa, che dopo circa 24’ vedeva Ricky Taylor rimediare alla disattenzione in partenza e riprendere la testa della gara.

Altro momento clou dopo circa 40’ di gara, allorquando Dane Cameron sulla seconda Corvette dell’Action Express toccava vistosamente la Ligier JS P2 del MSR con Ozz Negri alla guida, il quale stava rimontando furiosamente dopo aver perso la quarta piazza al via. Aerodinamica compromessa e stranamente nessuna penalità a favore dell’unica LM P2 a regolamento ACO presente in griglia.

La svolta per il VisitFlorida.com al terzo ed ultimo pit-stop, con Michael Westbrook, che nel frattempo aveva dato il cambio al teammate canadese, il quale riesce ad uscire con un vantaggio minimo su Ricky Taylor e che manterrà fino alla bandiera a scacchi dopo 2 ore e 40 minuto di gara. Sul terzo gradino del podio salirà l’equipaggio del MSR, che alla fine ha avuto la meglio sulle due Corvette DP dell’Action Express.

Momento di gloria anche per i padroni di casa della Mazda, che avranno l’onore di guidare la gara per 6 giti dopo il primo pit, in regime di bandiere gialle per i detriti lasciati dalla Ligier. Male invece la DeltaWing, bloccati presto da un problema allo scarico che ha comportato una lunga sosta.

BMW_nera

Doppietta BMW invece in GTLM, con Lucas Luhr e James Edwards davanti alla vettura gemella di Bill Auberlen e Dirk Werner. Quest’ultimo, partito dalla pole, manteneva la leadership nelle prime fasi di gara, salvo poi cedere la piazza al connazionale ex campione ALMS. Dopo il cambio piloti, Edwards riusciva a portare a casa la seconda vittoria dell’anno per la casa bavarese, nonostante gli assalti di un arrembante Patrick Pilet prima e di Michael Christensen – qui costretto al doppio impegno a causa della concomitanza di Spa – poi, che guadagnava il gradino basso del podio per Porsche North America.

Una partenza non al meglio penalizzava subito la Ferrari del Risi Competizione, con Pierre Kaffer costretto subito ad inseguire le due Z4. Giancarlo Fisichella, subentrato a sorpresa al tedesco già al primo pit, riusciva ad installarsi dietro Edwards, salvo poi perdere nuovamente terreno sul trio di testa. Al secondo pit risaliva sulla F458 il tedesco e si impegnava in un furioso inseguimento che fruttava la quarta piazza finale ed il giro più veloce della categoria.

Male le Corvette, qui mai competitive per tutto il weekend, solamente P6 e P7 dietro la seconda Porsche di Jorg Bergmeister, complice anche una disavventura ai box con una gomma vagante per i vincitori dei primi due appuntamenti della serie.

Nessun problema invece per l’equipaggio dell’RSR Racing formato da Bruno Junqueira e Chris Cumming a riportare la prima vittoria stagione tra le PC. Nemmeno una penalità per un’infrazione ai box ha impedito il successo della squadra di Paul Gentilozzi, assolutamente dominante qui nel weekend. Seconda piazza a circa 40” per i campioni in carica della categoria del CORE Autosport John Bennett e Colin Braun e terzo gradino del podio per il Performance Tech di Davide French e Mike Hedlund.

Infine la GTD, dove Spencer Pumpelly si è rifatto della sfortuna dello scorso anno, allorquando la sua Audi rimase senza carburante a pochi metri dall’arrivo, andando a vincere con la Porsche 911 GT America del ParkPlace Motorsports insieme a Patrick Lindsey. Nelle prima fasi di gara era Marc Miller con la Viper del Riley Motorsports trionfatrice a Daytona a prendere il comando sull’Aston Martin di Christina Nielsen. Frattanto la seconda Viper di Ben Keating prendeva in pieno un cartellone ed era costretta ad una lunga sosta ai box per le opportune riparazioni.

Lindsey riusciva a prendere la testa dopo il primo pit e la manterrà in seguito grazie a Pumpelly, riuscendo a contenere gli attacchi dell’Audi R8 del Paul Miller Racing di Dion von Moltke e Cristopher Haase. Terza piazza finale per l’altra 911 GT America del Team Seattle/Snow Racing di Ian James e Mario Farnbacher davanti alla Ferrari Scuderia Corsa di Townsend Bell e Bill Sweedler.

Un problema al pit ha tolto dalla lotta per il primato l’Aston Martin del TRG, quinta classificata, mentre il passo di Jeff Mosing, per cui questa gara era perlopiù un allenamento per Le Mans, ha fatto il resto per la Viper #93. Un’uscita di strada di Patrick Byrne ha tolto infine le chance di podio alla Audi #45 del Flying Lizard del rientrante co-driver Guy Cosmo.

Con questa vittoria il VistFlorida.com, grazie anche ai tre terzi posti in fila conquistati nelle prime tre gare, sale al comando della Prototypes, scavalcando l’equipaggio della Corvette dell’Action Express #5. Antonio Garcia e Jan Magnussen continuano a comandare la graduatoria in GTLM sull’equipaggio della BMW #25. Il CORE Autosport grazie al risultato odierno si issa in cima alla classifica delle PC sul PR1/Mathiasen, oggi ritirato. In GTD infine, Haase e von Moltke prendono un vantaggio minimo sull’accoppiata di Scuderia Corsa.

Il prossimo appuntamento del Tudor USCC si correrà sul cittadino di Detroit-Belle Isle il 30 maggio prossimo e vedrà riposare le GTLM, impegnate nel frattempo a preparare Le Mans.

Piero Lonardo

La classifica finale


Stop&Go Communcation

Doppietta BMW in GT

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/05/SDR_b.jpg USCC – Laguna Seca, Gara: Westbrook/Valiante, vittoria di potenza