Come anticipato sulle pagine di Stop&Go, Ford ha in programma per la prossima 24 Ore di Daytona uno sforzo extra. Proprio come nell’ultima vittoriosa Le Mans, saranno infatti ben quattro le Ford GT iscritte nella categoria GTLM e venerdì sono stati annunciati gli equipaggi.

Le due coppie di regular IMSA composte dai trionfatori di Le Mans Joey Hand e Dirk Muller e da Ryan Briscoe e Richard Westbrook saranno coadiuvate, come nella classica della Sarthe, dagli assi dell’IndyCar Sebastien Bourdais – che già lo scorso anno contribuì alla prima partecipazione ufficiale in pista della GT – e da Scott Dixon.

Queste macchine saranno contraddistinte dai numeri 66 e 67, mentre le altre due, riconoscibili dai numeri 68 e 69 (a numeri inversi quindi rispetto a Le Mans), assieme ai full-WEC Stefan Mucke ed Olivier Pla, Andy Priaulx ed Harry Tincknell saliranno ancora una volta il development driver Ford Billy Johnson e Tony Kanaan, che prende invece il posto di Marino Franchitti.

Per il 41enne vincitore della Indy 500 del 2013, al debutto con la GT – della quale in questo giorni è stato finalmente terminato il primo esemplare in versione stradale – non si tratta certo del primo impegno nel season opener della Florida, avendo già partecipato alle edizioni 1998 e 2013 rispettivamente con una Mustang Cobra e con una Porsche GT3 Cup, prima del triennio con la Riley DP, coronato dalla vittoria assoluta del 2015.

Una seria candidata al successo a Daytona è sicuramente la Nissan-Onroak DPi dell’Extreme Speed Motorsports, che ha svolto con successo il primo shakedown in quel di Sebring. Sul primo esemplare consegnato (la seconda JS P217 customizzata col V6 3,8 litri del sol levante è attesa subito dopo Natale) si sono alternati i quattro regular IMSA, Scott Sharp, Ed Brown, Johannes van Overbeek e Ryan Dalziel.

Ricordiamo che a Daytona tornerà a vestire i colori del team di Pompano Beach l’eroe dell’edizione 2016, Pipo Derani, mentre sulla #22 equipaggio stellare con Bruno Senna e la star Porsche Brendon Hartley.

Diffuse nel frattempo anche le prime immagini delle due nuove Acura NSX GT3 del Michael Shank Racing che a Daytona debutteranno con Andy Lally, Katherine Legge, Mark Wilkins e Graham Rahal ed il veterano Ozz Negri insieme a Jeff Segal, Tom Dyer e Ryan Hunter-Reay. Le due GT saranno contraddistinte dai numeri 93 ed 86, in onore rispettivamente degli di fondazione di HPD ed Acura.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Shakedwon ok per la Ligier-Nissan dell’Extreme Speed. Le Acura NSX pronte al debutto

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/12/Ford_Daytona-1024x684.jpg USCC – Ford a Daytona ancora con gli assi dell’IndyCar