Mazda prima fra i costruttori a presentare il suo prototipo personalizzato per la prossima edizione del WeatherTech SportsCar Championship.

Al L.A. Auto Show di Los Angeles, tolti i veli alla Mazda RT24-P (Road To 24-Prototype). Il nuovo prototipo, sviluppato ancora una volta da un telaio Multimatic/Riley, verrà spinto dal quattro cilindri turbo MZ-2.0T utilizzato già quest’anno sulla ex-Lola LM P2, accreditato di circa 600 HP.

Il design, soprattutto quello della mascherina anteriore, richiama alla tradizione del marchio, al cosiddetto “KODO Design”, mentre il resto della vettura dovrebbe essere l’aspetto definitivo della Mk XXX factory, ordinata anche da VisitFlorida.com.

Speriamo che il nome sia foriero di un ritorno della casa giapponese alla 24 Ore di Le Mans. Ovviamente in questo caso, secondo le regole ACO LM P2, il prototipo dovrà essere riportato alla versione aerodinamica approvata per il costruttore e montare un propulsore Gibson.

Nel frattempo, in pista a Daytona il primo esemplare della nuova generazione di DP. Nelle mani di Julien Canal, poi volato in Bahrain per il season finale WEC, e di Tom Kimber-Smith, la Ligier JS P217 del PR1/Mathiasen Motorsports ha già percorso oltre 200 miglia, nonostante la consegna avvenuta solo poche ore prima al team californiano.

I responsi non ufficiali parlano di tempi già nell’ordine della pole position della Ligier-Honda del Michael Shank Racing del 2015, grazie alla maggior potenza sviluppata del motore Gibson V8 rispetto alla precedente generazione di specifiche.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

La Ligier-Gibson del PR1/Mathiasen Motorsports già in pista a Daytona

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/11/Mazda_IMSA.jpg USCC – Ecco la nuova Mazda DPi