Una delle novità del WeatherTech United SportsCar Championship sarà il debutto delle nuove GT3 all’interno della classe GTD.

Tra i tanti costruttori che hanno aderito alla nuova piattaforma tecnologica, Lamborghini, con la nuova Huracán che ha già conquistato i primi successi nel 2015 nel Blancpain Endurance Series.

Ben due i team che hanno optato per la GT di Sant’Agata Bolognese: si tratta del Paul Miller Racing e dell’O’Gara Motorsport, entrambe con due equipaggi d’eccezione.

La squadra del New Jersey sarà ai nastri di partenza della prossima stagione con Madison Snow e Bryan Sellers. Sellers non ha bisogno di presentazioni, dopo le ultime sette stagioni col team Falken Tire che sono valse cinque vittorie tra ALMS e Tudor USCC, tra cui l’ultima Petit Le Mans, gara d’addio della squadra diretta da Derrick Walker.

Snow invece, nonostante i soli 20 anni di età, ha già conquistato due vittorie nelle serie endurance USA, entrambe a Road Atlanta, nel 2013 e nel 2015, e altri quattro podi, tutte con una Porsche nella classe GTD. Bryce Miller affiancherà l’equipaggio nei round di lunga durata, insieme ad un quarto pilota ancora da designare a Daytona.

L’altro duo che passerà alle Lambo è composto nientemeno che dai campioni in carica della categoria GTD, Bill Sweedler e Townsend Bell.

Per l’accoppiata, da lungo tempo legata invece al cavallino rampante, O’Gara Motorsport, un team che ha invece già esperienza della nuova Huracán nel Lamborghini Blancpain Super Trofeo North America, che ha vinto lo scorso anno con Richard Antinucci.

Al team californiano potrebbero aggiungersi anche altre squadre pronte a debuttare nella serie maggiore IMSA col nuovo prodotto del gruppo Audi.

Ridimensionato nel frattempo un altro programma che vedeva coinvolto il team PR1/Mathiasen Motorsports. Il team che nel 2013 ha imposto Mike Guasch all’attenzione dei media vincendo il titolo piloti tra le Oreca PC in ALMS, ha valutato a lungo di passare fra le Prototypes, rilevando le HPD ARX-04b ex-Extreme Speed.

Alla fine il programma non si è concretizzato, e la squadra californiana di ha deciso di rimanere nei ranghi delle PC, categoria dove negli ultimi cinque anni ha conquistato ben 9 vittorie, ancora per la prossima stagione, anche se non è escluso il salto di categoria nel 2017, anno in cui entrerà in vigore il nuovo regolamento LM P2.

In casa Honda comunque non si sono ancora perse le speranze di schierare i prototipi creati da Nick Wirth, pensionati dopo un’unica apparizione all’ultima 24 Ore di Daytona, e si sta cercando una nuova partnership.

Circa 25 vetture sono attese nella due giorni di test prevista per il 17-18 novembre prossimi in quel di Daytona.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Niente programma LM P2 con Honda per PR1/Mathiasen

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/11/Paul_MIller_GT3.jpg USCC – Due Lamborghini Huracán GT3 per Paul Miller Racing e O’Gara Motorsport