Ricky e Jordan Taylor vincono la gara di Detroit-Belle Isle, quinto appuntamento del Tudor United SportsCar Championship con un finale al cardiopalma. La Corvette DP del team di famiglia, il WTR, ha condotto per gran parte della gara, salvo ritrovarsi a duellare nel finale con le altre due DP dell’Action Express e dello Spirit of Daytona.

Joao Barbosa aveva la meglio all’ultimo giro su Ricky Taylor con una manovra al limite che portava a muro il prototipo. Paradossalmente era però il portoghese ad avere la peggio, con una gomma forata che lo toglieva dai giochi che contano, classificandosi alla fine solo sesti. Taylor dal canto suo riusciva a contenere il sopraggiungente Richard Westbrook, conquistando la terza vittoria consecutiva per i colori di famiglia sul tracciato del Michigan.

Dietro le due Corvette termina la Morgan Oak di Gustavo Yacaman e Olivier Pla, che stasera raggiungerà la squadra francese a Le Mans per i test, sulla Riley Ford EcoBoost DP del Michael Shank Racing di Ozz Negri e John Pew. Presto out invece l’altra Riley DP del team Ganassi dei vincitori di Sebring, Scott Pruett e Memo Rojas, i migliori nel warm-up mattutino, con problemi di frizione, così come la Corvette DP del Marsh Racing, fuori dopo solo 13 giri ancora una volta per un incendio nel vano motore.

Non bene nemmeno le due HPD ARX-03b dell’Extreme Speed, apparse in netta difficoltà su questo tracciato cittadino, solamente quinta e settima rispettivamente, con Scott Sharp e Ryan Dalziel e con i vincitori di Laguna Seca, Ed Brown e Johannes van Overbeek. Gli altri due prototipi in gara, in assenza della DeltaWing, vale a dire le due Mazda SkyActiv, hanno finalmente terminato entrambe la corsa, anche se rispettivamente a 2 e 3 giri dal vincitore.

Scuderia_Corsa

Tra le GTD invece, prima vittoria stagionale di Alessandro Balzan e Jeff Westphal sulla Ferrari F458 di Scuderia Corsa. Il rovigoto, ricordiamo campione Grand-Am 2013 proprio come Taylor, ha preso il comando dopo il primo pit, propiziato dalla prima delle due sole caution esposte durante i 100’ d gara, risalendo dalla settima posizione in griglia per non mollarlo più sino all’arrivo.

Vani i tentativi di sorpasso nel finale da parte Spencer Pumpelly, subentrato a Nelson Canache, leader nella prima parte di gara. Alla fine Pumpelly, in evidente crisi di gomme, pagava ancora una volta dazio alla sfortuna, terminando fuori pista tra la curve 1 e 2 a causa di un contatto con l’altra F458 del R.Ferri/AIM Motorsport di Bill Sweedler e di un Townsend Bell leggermente acciaccato dall’incidente di domenica alla Indy 500.

Dietro Balzan terminavano quindi la Porsche 911 GT America del Team Seattle/Alex Job Racing di Mario Farnbacher e Ian James e l’Audi R8 del Paul Miller Racing di Cristopher Haase e Bryce Miller, risaliti a furia di giri veloci dalle retrovie.

Peccato per la SRT Viper GT3-R di Jeroen Bleekemolen e Ben Keating, penalizzata con uno stop & go e terminata solamente 11ma, na che ha dimostrato di poter reggere agilmente il confronto con i migliori. La BMW Z4 del Turner Motorsport di Markus Palttala e Dane Cameron, che oggi vestiva il lutto per della moglie del titolare, scomparsa prematuramente durante la settimana, terminava invece in P6 dietro anche l’Aston Martin Vantage del TRG e la Porsche dell’Alex Job dopo aver a lungo insidiato con il finlandese l’Audi di testa nelle prime fasi di gara.

Con la vittoria odierna Ricky e Jordan Taylor passano al comando nella classifica piloti con 7 punti di vantaggio su Fittipaldi e Barbosa. Terza forza la coppia del team Ganassi a-15.

Tra le GTD, ancora al comando i vincitori di Daytona, Townsend Bell e Bill Sweedler, oggi ottavi, davanti a Leh Keen e Cooper MacNeil a due sole lunghezze. Seguono John Potter ed Andy Lally, oggi non particolarmente in evidenza, a -5, Ian James e Mario Farnbacher a -6 e la sfortunata accoppiata del Flying Lizard a -10.

Prossima gara del Tudor USCC il 29 giugno allo storico tracciato di Watkins Glen per la storica 6 Ore, che varrà anche come terzo appuntamento del NAEC. Il prossimo weekend invece spazio alle PC, che gareggeranno in un doubleheader insieme alle Prototypes Lites al Kansas Speedway

Piero Lonardo

L’ordine di arrivo


Stop&Go Communcation

Balzan, prima vittoria 2014. Pumpelly, ancora sfortuna!

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/05/WTR.jpg USCC – Detroit, Gara: Vittoria Taylor in un finale thrilling