Eric Curran e Felipe Nasr si aggiudicano la showcase di Detroit-Belle Isle, quinto appuntamento del WeatherTech SportsCar Championship.

I due alfieri dell’Action Express hanno portato alla prima vittoria stagionale la Cadillac DPi V.R #31 (per il brasiliano si tratta addirittura del primo successo assoluto in endurance), battendo in casa le due Acura del team Penske, che sembrano avviate ad una nuova doppietta dopo Mid-Ohio, al termine di 100 minuti combattutissimi.

Al via era il polesitter Pipo Derani con la Nissan DPi a mantenere agilmente la testa della corsa, ma la giovane star brasiliana era presto costretto ai box per sostituire il volante, che non gestiva correttamente le cambiate.

Via libera quindi alle due Acura con Juan Pablo Montoya, un altro dei 16 piloti che in serata affronteranno la trasvolata oceanica per partecipare ai test collettivi della 24 Ore di Le Mans, davanti ad Helio Castroneves. La situazione in testa alla gara rimaneva immutata però solo perche tornate, a causa dell’unica neutralizzazione della giornata per il contatto con le barriere da parte della Lexus RC F GT3 di David Heinemeier Hansson.

Quasi tutti prototipi vanno al pit salvo la Cadillac di Joao Barbosa, che eredita la testa della gara, e l’Oreca di Jon Bennett. Della situazione si avvantaggia anche la Nissan di Derani, che guadagna così una seconda occasione, e dopo l’unico stop della DPi V.R #5 si ritrova addirittura al comando.

Sulla medesima strategia invece sia l’altra Cadillac dell’Action Express che le due Acura Penske, che avevano tratto vantaggio dal periodo di safety car per effettuare una prima sosta e si fermavano per il secondo e definitivo stop intorno all’ora di gara. Qui la mossa decisiva da parte del box AXR, che optava per un pitstop fuel-only, leggermente anticipato rispetto agli due contender.

Le due Acura, con il solo Ricky Taylor dotato di gomme fresche, uscivano infatti dietro alla Cadillac biancorossa, con Felipe Nasr che alla fine riusciva a contenere nelle ultime fasi il forcing del campione in carica della serie. Completano la top five la seconda Nissan di Ryan Dalziel e Scott Sharp e l’altra Cadillac del WTR.

Peccato per la Mazda di Oliver Jarvis, rimasto senza carburante a poche miglia dal traguardo, allorquando navigava in quarta posizione; l’altra RT24-P aveva abbandonato invece nelle prime fasi della gara. Fuori anzitempo anche la Cadillac dello Spirit of Daytona per noie al cambio, mentre la bella gara dell’Oreca #85 del JDC-Miller, la gialla “Banana Boat”, è stata rallentata da un contatto in fase di doppiaggio e dalla conseguente dubbia penalizzazione mentre era in battaglia per la sesta piazza con la Cadillac #5.

In classifica generale ora i due equipaggi dell’Action Express conducono appaiati con 144 punti contro i 130 di Castroneves e Ricky Taylor e del WTR.

In assenza delle GTLM impegnate a Le Mans, l’altra classe protagonista della gara del Michigan era la GT Daytona, dove Katharine Legge e Mario Farnbacher hanno riportato al successo come nel 2017 l’Acura NSX GT3.

La gara si decideva all’unica sosta, durante la quale il box del Michael Shank Racing optava per la sostituzione delle due sole gomme di sinistra sulle due GT del Sol Levante, al contrario della Lamborghini del Paul Miller Racing, che stava conducendo la gara dallo start, che invece cambiava tutti e quattro i pneumatici, ritrovandosi al comando e terminando con una doppietta.

Solo terza piazza quindi per Bryan Sellers e Madison Snow, i quali mantengono comunque 3 punti di vantaggio in classifica sulla Legge e 17 sull’equipaggio della Mercedes del Riley Motorsports, quarta al traguardo dopo aver contenuto il ritorno di Jeff Segal e della Ferrari 488 GT3 di Scuderia Corsa.

Il prossimo appuntamento con la massima serie endurance a stelle e strisce fra un mese, con la 6 Ore del Glen, valida anche quale terzo appuntamento della North American Endurance Cup.

Piero Lonardo

L’ordine di arrivo


Stop&Go Communcation

16 piloti affronteranno nella notte la trasferta verso Le Mans. Doppietta Acura in GTD

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/06/AXR31.jpg USCC – Detroit, Gara: Curran e Nasr riportano in alto la Cadillac