Le qualifiche della 24 Ore di Daytona, prova d’esordio del Tudor United SportsCar Championship, hanno ribadito i verdetti delle libere del mattino.

Alex Gurney ha portato in pole la Corvette DP del GAINSCO/Bob Stallings che dividerà con Jon Fogerty, Memo Gidley e Darren Law con il tempo di 1.38.270, precedendo il mattatore delle libere, Richard Westbrook con l’altra Corvette dello Spirit of Daytona di 2 decimi.

Terza piazza per la sorprendente Riley-Dinan BMW dello Starworks Motorsport nelle mani di Brendon Hartley, che però verrà trovata con un’altezza e un’appendice aerodinamica non conforme e retrocessa in fondo al gruppo delle Prototypes. Seconda fila quindi per le altre due Corvette DP dell’Action Express.

La sorpresa più grande forse giunge però dalla settima piazza assoluta della DeltaWing con Katharine Legge, a 1” dal polesitter ma ben 6 decimi più veloce della migliore LM P2, l’Oreca-Nissan del Muscle Milk di Lucas Luhr. Problemi di motore invece per la Morgan-Nissan dell’Oak Racing, solamente 23ma alle spalle di diverse LM PC.

Tra le Oreca FLM09 la pole è andata all’entry del CORE Autosport di Colin Braun con 1.41.777, davanti a Renger van der Zande con la prime delle entry Starworks. Problemi di semiasse per la macchina dell’8Star, costretta ai box durante le qualifiche.

In GTLM, Marc Goossens conferma lo stato di grazia delle SRT Viper. Il belga segna infatti la pole di categoria limando ulteriormente il tempone della mattinata con 1.44.506, precedendo di 8 centesimi Nick Tandy con la prima Porsche 911 RSR ufficiale e di 11 l’altra Viper di Jonathan Bomarito. Purtroppo un problema elettrico ha limitato la qualifica della Ferrari F458 del Risi Competizione. Out anche la Corvette di Jan Magnussen.

La Ferrari si è invece riscattata in GTD, con Toni Vilander che eredita la pole di categoria dopo la squalifica di ben due delle macchine della top five. In fondo allo schieramento partiranno Cristopher Haase, autore del miglior tempo cronometrato di 1.46.973 con l’Audi R8 LMS del Paul Miller Racing, e la vettura gemella del Fall-Line Motorsports di Oliver Jarvis, terza.

La prima fila viene quindi completata dall’altra F458 della Scuderia Corsa dell’equipaggio brasiliano. Terza l’Aston del TRG con James Davison e quarta ‘altra F458 del Level 5 con l’ex-IndyCar Townsend Bell.

Nella serata della Florida si è svolto il turno di libere in notturna. A primeggiare è stato Sebastien Bourdais con la Corvette DP dell’Action Express autore di 1.38.9964 davanti ad altre tre Corvette. Quinta assoluta la Morgan-Nissan dell’Oak Racing.

In GT Le Mans, felicemente risolti i problemi in casa Risi Competizione, con la terza piazza finale alle spalle della SRT Viper e dell’Aston Martin ufficiale.

Tra le GT Daytona infine, sempre le F458 in evidenza, che occupano la top three con Level 5, Spirit of Race e  SMP/ESM Racing.

A domani per il quarto ed ultimo turno di libere alle 11.30 AM prima dello start di sabato alle 2 PM.

Piero Lonardo

La classifica delle Qualifiche

La classifica delle Libere 3

La griglia di partenza


Stop&Go Communcation

Le qualifiche della 24 Ore di Daytona, prova d’esordio del Tudor United SportsCar Championship, hanno ribadito i verdetti delle libere […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/01/Gainsco_pole.jpg USCC – Daytona, Qualifiche e Libere 3: Gurney porta in pole la Corvette DP. Viper senza rivali in GT