Diffusa dall’IMSA l’entry list per la Roar Before the 24 in programma dal 3 al 5 gennaio prossimi, tappa di avvicinamento alla 24 ore di Daytona, atto iniziale del Tudor United SportsCar Championship.

Sul circuito della Florida sono attese ben 66 macchine, cosi suddivise: 17 Prototypes, 11 Prototypes Challenge, 10 GT Le Mans e ben 28 GT Daytona.

Ancora tante le caselle TBA, ma affiora qualche novità. Tra le Prototypes, Justin Wilson e AJ Allmendinger ritornano ad integrare la Riley-Ford EcoBoost DP del Michael Shank Racing dopo il terzo posto dello scorso anno. Si conosce invece da qualche giorno il terzo pilota della DeltaWing; si tratta di Alexander Rossi, che dopo l’esperienza con la Caterham-Greaves alla scorsa 24 Ore di Le Mans, si aggregherà ai titolari Katharine Legge e Andy Meyrick.

Tra le LM P2, noti da tempo gli equipaggi di Extreme Speed e Muscle Milk, anche se per questi ultimi si attende il nome dei rinforzi per la 24 Ore a Klaus Graf e Lucas Luhr, sono stati annunciati i primi nomi per la Morgan-Nissan  dell’Oak Racing: si tratta di Olivier Pla e Roman Rusinov. SpeedSource ha invece confermato che saranno i proprietari Sylvain Tremblay e Tristan Nunez i primi a condurre le Lola-Mazda SkyActiv.

Incredibilmente tra le PC la novità più di grido. Starworks ha ufficializzato nientemeno che l’ingaggio del campione WTCC 2012, Rob Huff e del vicecampione GP2 2013 nonchè collaudatore Mercedes F1, Sam Bird. L’alfiere della Lada Granta sarà presente alla Roar Before the 24 insieme agli altri piloti già annunciati, vale a dire Alex Popow, Isaac Tutumlu ed il messicano Martin Fuentes sulla #7, mentre Mirco Schultis e Renger van der Zande, i quali rientrano nella categoria dopo l’esperienza dello scorso anno con DragonSpeed correranno insieme ad Eric Lux sulla #8. Per “Huffy” (nella foto), oltre Daytona, impegni sparsi durante la serie, mentre ad aspettare Bird dovrebbero esserci tutte e 4 le tappe del NAEC.

Al PR1 Mathiasen è invece già certa la line-up completa, con Mike Guasch, Luis Diaz, David Cheng, Tomy Drissi e James Kovacic. Tom Kimber-Smith  farà coppia con Enzo Potolicchio alla 8 Star, mentre alla Performanche Tech approda il brasiliano ex-IndyCar Rafa Matos insieme a Charlie Shears e Jon Brownson. Ancora nessuna notizia certa infine sugli equipaggi del Level 5.

Assente come noto Falken Tire, in attesa della nuova Porsche 911, il parco macchine della GTLM presenterà comunque 10 vetture per la presenza dell’Aston Martin Vantage V8 #97 rimasta negli USA dopo la tappa del COTA dello scorso settembre. Sulla coupè di Banbury (qui sotto, durante i recenti test sulla pista della Florida) sono attesi tutti i piloti factory: Stefan Mücke, Darren Turner, Pedro Lamy, Richie Stanaway e Paul Dalla Lana.

Aston

Confermatissimi gli equipaggi Corvette, in BMW novità Graham Rahal a coadiuvare Dirk Mueller, John Edwards e Dirk Werner sulla #56, mentre Joey Hand e Maxime Martin rientrano per l’occasione dal DTM al fianco di Bill Auberlen ed Andy Priaulx.

Sappiamo che Porsche, ancorchè non abbia ancora ufficializzato i piloti per questi test, porterà Nick Tandy, Richard Lietz e Patrick Pilet sulla #911 e Patrick Long, Michael Christensen e Jorg Bergmeister sulla #912. Krohn Racing annuncia solamente il patron Tracy Krohn e Nic Jonsson al volante dell’unica Ferrari F458 in versione GT2 iscritta; non viene riportata Risi Competizione, che era invece  presente in una primissima lista.

Note però le line-up di 6 delle ben 7  F458 GT3 iscritte tra le GTD. Per Spirit of Race-AF Corse equipaggi d’esperienza con Piergiuseppe Perazzini / Gianluca Roda / Paolo Ruberti e  Matt Griffin / Marco Cioci / Michele Rugolo. Scuderia Corsa dal canto suo schiererà ben 3 vetture, con l’equipaggio di punta composto dal campione GT Grand-Am uscente Alessandro Balzan, Jeff Westphal, Toni Vilander e Lorenzo Casè. Noti da tempo i piloti dei Level 5, mancano invece ancora notizie certe sui piloti della entry congiunta ESM/SPM Racing.

Equipaggi notabili anche a testare le due Porsche 911 America GT3 del Park Place con Patrick Lindsey che avrà al suo fianco Kevin Estre, Connor De Phillippi, Jason Hart e Mike Vess, mentre il campione Grand-Am GX Jim Norman sarà affiancato da  Craig Stanton e Norbert Siedler.

Nomi illustri infine anche al  Turner Motorsport, con Augusto Farfus, Markus Palttala e Dane Cameron insieme a Paul Dalla Lana, chiamato ad un doppio impegno, almeno in questa due giorni, sulla BMW Z4 in vista della 24 Ore, in programma dal 23 al 26 gennaio prossimi.

Ricordiamo che lo scorso anno la vittoria assoluta fu appannaggio della Riley-BMW DP del Chip Ganassi di Scott Pruett, Auburn, Memo Rojas, Juan Pablo Montoya e Charlie Kimball, mentre tra le GT si impose l’Audi R8 Grand-Am di Filipe Albuquerque, Oliver Jarvis, Dion von Moltke e del nostro Edoardo Mortara.

Piero Lonardo

L’entry list provvisoria della Roar Before the 24


Stop&Go Communcation

Diffusa dall’IMSA l’entry list per la Roar Before the 24 in programma dal 3 al 5 gennaio prossimi, tappa di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/12/Huffy.jpg USCC – Daytona, in 66 per la Roar Before the 24. Rob Huff e Sam Bird con Starworks!