Conclusa la sessione di test aggiuntiva voluta dalla Continental per i prototipi del Tudor United SportsCar Championship sul Daytona International Speedway.

Nessun problema fortunatamente questa volta, con le Daytona Prototypes e le altre vetture invitate, comprese le HPD LM P2 dell’Extreme Speed, che hanno svolto un intenso programma di verifiche perlopiù aerodinamiche.

Come previsto, le DP hanno iniziato martedì senza il nuovo pacchetto posteriore per poi passare gradatamente nella giornata successiva alla soluzione diffusore-alettone 2014.

Il miglior tempo, non ufficiale, fra i team presenti, senza il nuovo aerokit è stato segnato dalla Riley-Ford EcoBoost del Michael Shank Racing con 1:39.7, di poco più veloce del crono segnato tre settimane fa e praticamente identico al best lap della Corvette DP dell’Action Express Racing, che terminò la sessione con 1:39.6 a cura di Joao Barbosa, poco dopo catapultato in aria, come Richard Westbrook qualche ora prima, a causa dello scoppio di un pneumatico posteriore.

Miglior tempo assoluto invece con il pacchetto 2014 a cura del Chip Ganassi Racing with Felix Sabates  in grado di limare ben 9 decimi al tempo limite di novembre. Ottimi riscontri anche dal punto di vista della durata, grazie all’apporto del neocampione IndyCar Scott Dixon, che ha contribuito a validare ulteriormente le gomme Continental.

Extreme Speed Motorsports come previsto ha girato solamente nella seconda giornata, priva dei 60 kg di zavorra e con minori limitazioni al motore biturbo della HPD ARX-03b LM P2. I tempi sono scesi nell’ordine dell’1:41.5; molto meglio dell’1:43.6 segnato a novembre, ma ancora ben lontani dalle migliori DP.

Probabilmente il rapporto di equivalenza tanto ricercato tra DP e P2 si è spinto un po’ troppo oltre a vantaggio delle DP, che sulla veloce pista della Florida hanno vantato una velocità di punta di circa 6-8 mph maggiore.

Presente anche Mazda con la sue LM P2 SkyActiv diesel gestite da SpeedSource (nella foto), che sono scese fino all’1.46 basso. Ben 3” in meno rispetto a novembre, così come l’Oreca LM PC dell’RSR Racing che è scesa intorno all’1:42, molto vicini quindi alla HPD LM P2.

Prototipi ancora in scena a Daytona anche la prossima settimana con i test GM cui parteciperanno tre Corvette DP: la Dallara del Wayne Taylor Racing, il nuovo telaio Coyote per Spirit of Daytona ed Action Express Racing, che proseguirà il lavoro iniziato già mercoledì.

Piero Lonardo 


Stop&Go Communcation

Conclusa la sessione di test aggiuntiva voluta dalla Continental per i prototipi del Tudor United SportsCar Championship sul Daytona International […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/12/MazdaSkyact.jpg USCC – Daytona, due giorni di test senza problemi