Nonostante i soli 8 partecipanti, la classe PC non sta lesinando colpi di scena in questa Rolex 24. Durante la 14ma ora di gara un paio di disavventure occorse alle vetture di Josè Gutierrez e Ricardo Vera lasciano nuovamente Chris Miller al comando della categoria con un robusto vantaggio.

Vantaggio che però è andato assottigliandosi a causa di una lunga sosta ai box per Kenton Koch, succeduto al volante della entry del JDC/Miller Motorsports; vantaggio ancora comunque più che sufficiente su entrambe le Oreca del BAR1 Motorsports e quella del PR1/Mathiasen Motorsports.

In testa alla gara ormai è un affaie per sole DP. Purtroppo il resto dell’equipaggio della Ligier ESM non è all’altezza di Pipo Derani e Johannes van Overbeek può solo limitare i danni, rimanendo a ridosso delle varie Corvette DP e della Riley-Ford #01.

Paura ai box Action Express allo scadere della 15ma ora, allorquando la vettura di Dane Cameron prende inaspettatamente fuoco dal fondo vettura durante un pit-stop di routine. L’incendio, non esteso è stato prontamente domato e la Corvette DP #31 è riuscita a non perdere il giro dei primi.

La classifica assoluta dopo 16 ore vede al comando tre Corvette DP con Christian Fittipaldi e la #5 dell’Action Express su Ryan Hunter-Reay e la entry del VisitFlorida.com e su Ricky Taylor del Wayne Taylor Racing, sulla Riley-Ford EcoBoost #01 del Team Ganassi nelle mani di Andy Priaulx.

Qualche contatto di troppo in GTD, con l’Aston Martin di Antonio Perez sulle gomme dopo il contatto con la Lamborghini del Konrad Motorsport di Emanuele Busnelli, mentre tra le GTLM continua la lotta ravvicinata, da cui si deve però escludere la Ferrari del Risi Competizione.

Giancarlo Fisichella è infatti costretto ad una sosta di 3 giri per sostituire alcune parti di carrozzeria e perde contatto dal gruppo, che dopo due terzi di gara è condotto dalla Corvette di Oilver Gavin che precede la Porsche di Nick Tandy e la BMW M6 di Bruno Spengler. A seguire l’altra Porsche di Fred Makowiecki, la seconda Corvette ora nelle mani di Jan Magnussen e le due Ferrari 488 di SMP Racing e Scuderia Corsa con James Calado e Daniel Serra.

In GTD infine l’Audi R8 LMS del Magnus Racing con René Rast conduce ora sulla Porche 911 GT3 R del Team Seattle/Alex Job Racing di Alex Riberas, sulla BMW M6 GT3 #97 del Turner Motorsport di Maxime Martin, sulla Aston Martin di Mathias Lauda e sulle Porsche di Cooper MacNeil e Patrick Long, tutte e sei nello stesso giro.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Risi Competizione perde il contatto dai primi in GT

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/01/corvette5.jpg USCC – Daytona, 16a ora: Tris di Corvette DP al comando