Sarà la Riley-Ford EcoBoost di Scott Pruett e Joey Hand a partire dalla pole position nella Lone Star Le Mans, penultima prova del Tudor USCC. Il prototipo del Team Ganassi, alla seconda pole consecutiva dopo Road America, ha preceduto con il tempo di 1.58.441, proprio come nel terzo e ultimo turno di libere del mattino, la Ligier JS P2-Honda del Michael Shank Racing.

Alla presenza del fratello Stefan, la LM P2 in livrea tributo a Justin Wilson ha perso il confronto per soli 71 millesimi.

Le due file successive sono occupate dalle quattro Corvette DP, con Christian Fittipaldi che ha superato nel finale Jordan Taylor con la entry del WTR. A seguire Eric Curran e Michael Valiante, autore di una uscita di strada all’interno della curva 1 immediatamente dopo aver scontato un drive-through per velocità eccessiva in pitlane.

P7 per la DeltaWing di Memo Rojas, a 3” dal vertice, mentre le due Mazda Prototypes hanno terminato dietro le prime due PC. Pole di categoria per Chris Cumming, fresco di ingaggio in SARD Morand per il Fuji, con 2.02.222, oltre 4 decimi meglio di Matt McMurry con la entry del JDC/Miller, che nella mattinata aveva sostenuto un notevole contatto con la vettura di Tod Slusher, che non ha partecipato alle qualifiche come la seconda entry dello Starworks di Popow e Rayhall, pure out durante la terza sessione di libere.

Pilet_pole

Patrick Pilet ha portato nuovamente in alto in GTLM la Porsche 911 RSR che condivide con Nick Tandy, riuscendo a tenere dietro di un solo decimi, con il crono di 2.04.396 la BMW Z4 di Dirk Werner. Seconda fila per l’altra Porsche di Earl Bamber, ricordiamo chiamato al doppio impegno nel weekend, e la Corvette di Antonio Garcia. Problemi per Giancarlo Fisichella, che chiude lo schieramento della categoria con la Ferrari del Risi Competizione.

Infine in GTD torna in pole l’Audi R8 LMS del Paul Miller Racing con Dion von Moltke, autore di 2.11.097 davanti di oltre mezzo secondo alla Viper di Ben Keating. Seguono gli altri contender al titolo, la Ferrari Scuderia Corsa di Bill Sweedler e la Aston Martin di Christina Nielsen.

Lo start della Lone Star Le Mans, durata classica 2 ore e 40 minuti, alle 11.35 AM di sabato, preceduta da un breve warm-up.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 3

I risultati delle Qualifiche

 


Stop&Go Communcation

Pilet, ancora pole per Porsche in GT

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/09/Pruett_pole.jpg USCC – COTA, Libere 3 e Qualifiche: Ganassi/Ford/Pruett, seconda pole consecutiva