Neel Jani si conferma il pilota più veloce della Le Mans Series anche nel warm-up di questa mattina al Paul Ricard. Lo svizzero, autore ieri della pole-position, ha mantenuto in vetta la Lola Toyota numero 12 del team Rebellion Racing grazie al tempo di 1:49.863.

Unico a scendere sotto la barriera del mintuo e 50, Jani ha inflitto 341 millesimi di distacco a Cristophe Tinseau (Pescarolo) e a Jean-Christophe Boullion con la vettura gemella. Quarta posizione per il Quifel ASM Team, mentre continua la marcia nelle retrovie della Aston Martin.

La nuova AMR-One, guidata in questi 30 minuti da Harold Primat, non è infatti andata oltre il 12° posto, preceduta da diverse LMP2. La più rapida di queste è stata ancora la Oreca-Nissan del TDS Racing con Jody Firth, davanti alla Lola del Pecom Racing affidata all’argentino Luis Perez Companc.

La Formula Le Mans registra la leadership del Neil Garner Motorsport con Hartshome/Keating/Keen, davanti all’Hope Racing.

In classe GTE-Pro resta al vertice la Ferrari 458 Italia della AF Corse di Giancarlo Fisichella e Gianmaria Bruni, già capace di artigliare la pole-position a sorpresa; a inseguire la Porsche di casa IMSA Perfomance. La scuderia italiana questa volta si è imposta anche in GTE-Am, con la 430 di Kaufmann/Aguas/Cirò.


Stop&Go Communcation

Neel Jani si conferma il pilota più veloce della Le Mans Series anche nel warm-up di questa mattina al Paul […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/enduranceendurance-030411-01.jpg LMS – Paul Ricard, Warm-Up: Si conferma davanti il team Rebellion