La terza e ultima sessione di prove libere della Le Mans Series al Paul Ricard ha rivisto portarsi al comando il team Rebellion Racing, ieri pomeriggio scalzato di un soffio dal Quifel ASM. La scuderia svizzera ha ottenuto il miglior tempo grazie a Neel Jani, autore del decisivo 1:46.810 al volante della Lola Toyota numero 12.

La scuderia portoghese ha comunque ottenuto un ottimo 2° posto, seppur a sette decimi di distacco, precedendo la Pescarolo guidata da Emmanuel Collard e l’altra vettura di casa Rebellion, la #13 condotta da Jean-Christophe Boullion.

È finalmente scesa in pista dopo i problemi tecnici del venerdì la nuovissima AMR-One schierata da Aston Martin Racing: per Stefan Mucke un totale di 20 giri, ma il suo crono lo colloca soltanto all’11° posto.

In LMP2 viaggia al comando la TDS Racing, 5° assoluta con Pierre Thieriet, davanti a Gary Chalandon (Greaves Motorsport) e Thor-Christian Ebbesvik (Race Performance). Le Oreca 03 la fanno quindi da padrone, a fronte di una HPD che stenta a imporre il suo potenziale.

Il Genoa Racing si impone in Formula Le Mans, con un netto margine su Neil Garner Motorsport e Pegasus Racing. Non è sceso in pista l’Hope Racing, che schiera anche l’italiano Luca Moro.

Verdetto un po’ a sorpresa in classe GTE-Pro, dove è balzata al comando la Aston Martin di Enge/Muller/Nygaard, alfieri del team Young Driver AMR. La Porsche, grazie alle prestazioni di Patrick Pilet e Richard Lietz, resta comunque davanti alla pattuglia Ferrari, in cui emerge ora la coppia Melo/Vilander sulla nuovissima 458 della AF Corse.

In GTE-Am controlla saldamente la situazione IMSA Performance, con Armindo/Narac.

Alle 13:45 via alle qualifiche.


Stop&Go Communcation

La terza e ultima sessione di prove libere della Le Mans Series al Paul Ricard ha rivisto portarsi al comando […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/enduranceendurance-020411-01.jpg LMS – Paul Ricard, Libere 3: Rebellion riprende la vetta con Neel Jani