OAK Racing è preparato perfettamente per il primo round della Le Mans Series, la 8 Ore di Le Castellet, dove cercherà di mettere a frutto un inverno di fatiche e sviluppi. La compagine francese ha abbandonato i motori Mazda, rivelatisi performanti a sprazzi, per gli affidabilissimi propulsori Judd. I due telai Pescarolo LMP2 sono notevolmente cambiati rispetto allo scorso anno, un grosso aiuto è stato dato dalla galleria del vento del dipartimento di ricerca di Pescarolo Sport. L’ala anteriore è mutata ed il posteriore è stato rivalutato interamente.

Francois Sicard descrive la situazione in cui naviga la compagine francese ed i due giorni di test svolti a Magny-Cours: “Ancora una volta, il tempo atmosferico per entrambi i giorni di prove non ha autorizzato un lavoro maggiormente approfondito. Tuttavia, i tre piloti presenti, Guillaume Moreau, Matthieu Lahaye e Jacques Nicolet, si sono succeduti al volante dei due prototipi, ed hanno mostrato impressioni simili ed un alto entusiasmo, prima ancora che i tecnici iniziassero a lavorare sul set-up. La vettura ha un inserimento in curva migliore. E’ stato compiuto ogni sforzo durante l’inverno per iniziare la stagione come l’abbiamo terminata nel 2009 con l’Asian Le Mans Series”.

Diego Airoldi


Stop&Go Communcation

OAK Racing è preparato perfettamente per il primo round della Le Mans Series, la 8 Ore di Le Castellet, dove […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/endurance__050__6401.jpg LMS – OAK Racing pronto per il round d’esordio della Le Mans Series, la 8 Ore di Le Castellet