Alla fine la Peugeot 908 HDi FAP ed il team Oreca hanno smesso di nascondersi e nella prima qualifica della Le Mans Series con Nicolas Lapierre piazzano la zampata, conquistando una pole che dopo le libere sembrava dover andare alla nuova Audi R15. Inizia così la lotta fra titani nella LMP1 con la casa del leone capace sul circuito di Le Castellet di scendere sotto il muro del 1’42” distaccando l’Audi del nostro Dindo Capello di mezzo secondo. Uno a zero per la Peugeot con Lapierre, che ha realizzato il tempo nel secondo giro cronometrato “Dopo aver incontrato traffico nel primo giro lanciato ho deciso di continuare con le stesse gomme ed alla fine il tempo è venuto. Per domani la macchina è pronta, il team è pronto e sarà come al solito perfetto e non credo che sono fiducioso anche in caso di pioggia che potrebbe arrivare nel pomeriggio”

Secondo Capello a cui non è bastato scendere sotto l'1’42”, ma che ha comunque portato il prototipo tedesco davanti alla Lola Aston Martin di Stefan Mucke e alla Oreca 01 di Loic Duval, che seguono ben distanziati. Più indietro le due Lola Rebellion di Bouillon e Jani. Parziale delusione per la Ginetta del Team Mansell e per l’altra Lola Aston Martin del Team Signature Plus, che seguono in classifica.

Nella classe LM P2 l'HPD dello Strakka Racing fa sempre più paura e conferma le indicazioni dei test invernali lasciando ad oltre 2 secondi la Ginetta-Zytek del Team ASM condotta da Olivier Pla. Un risultato che si attendeva il poleman ed ex campione della F3 inglese Danny Watts cita testualmente “nonostante i problemi subiti nei test privati di Portimao siamo riusciti a fare buon tesoro dell’esperienza in America dello scorso anno”. Scherzando l’inglese conclude “Forse siamo noi piloti che non siamo abbastanza forti per questa macchina…

Nel gruppone le due Lola-Judd della Racing Box, con Andrea Piccini e Marco Cioci incaricati di qualificare le vetture inglesi. Tanto lavoro per il team che è ancora in fase di adattamento alle nuove gomme Pirelli, ma con la scusante di non aver utilizzato gomme ultra soft puntando tutto sulla gara.

Sventola il tricolore nella Formula Le Mans con il romano Edoardo Piscopo che arrivato sul circuito giovedì, senza aver mai visto la macchina prima, fa il 19° assoluto e la pole tra le vetture dell’Oreca. Ancora problemi di assetto invece per l’altro talento Alessandro Cicognani con l’altra vettura del Team DAMS che con una macchina finita di montare solo ieri è ancora alla ricerca del set up perfetto.

Pole scontata nella GT1 per la Saleen di Gabriele Gardel, unica vettura della classe in pista, che a fine qualifiche rimane comunque stupito del miglioramento delle prestazioni nella GT2 e conferma le voci che danno un ritorno di adesioni alla classe già dalla prossima gara di Spa.

Nella GT2 gli sforzi invernali della Ferrari si iniziano a far vedere con ben tre F430 ai primi quattro posti e un super Gimmi Bruni che al team AF Corse regala la pole al debutto. A più di tre decimi la Porsche del team Felbermayr Proton con Richard Lietz alla guida, unica Porsche ad inserirsi tra i primi, seguita dalla F430 del CRS Racing condotta da Tim Mullen, mentre solamente quarta l’altra vettura targata AF Corse del super team Alesi-Fisichella-Vilander, con quest’ultimo incaricato da Amato Ferrari di qualificare la vettura n.94. Al quinto posto l’unica Aston Martin in pista della JMW Motorsport, mentre ha deluso la BMW ufficiale solamente 39-esima assoluta con Jorg Muller e Dirk Werner e la Ferrari del team Hankook con le gomme coreane in difficoltà.

Domani sarà tutta da gustare la lotta tra la Peugeot 908 e l’Audi R15, ma il duello si estenderà anche alle altre categorie, con un occhio di riguardo alla sfida fra Ferrari e Porsche in GT2, con l’Aston Martin a fare da terzo incomodo in attesa dello sviluppo della BMW M3. Breve warm up nel primo mattino e partenza della 8 ore alle 11.

Alfonso Liberi – Piero Lonardo

LMP1:  

  1. Peugeot 908 HDi-FAP – Oreca – Nicolas Lapierre – 1’41”.195
  2. Audi R15 plus TDI – Audi Sport Team Joest – Dindo Capello – 1’41”.632
  3. Aston Martin LMP1 – Aston Martin Racing – Stefan Mucke – 1’42”.354
  4. Oreca 01 – Oreca – Loic Duval – 1’42”.685
  5. Lola B10/60 – Rebellion #13 – Rebellion Racing –  Jean Cristophe Bouillon 1’43”.435

LMP2:  

  1. HPD ARX-01c – Strakka Racing – Danny Watts – 1’44”.989
  2. Ginetta-Zytek 09S – Quifel-ASM – Oliver Pla – 1’47”.112
  3. Pescarolo-Judd #24 – OAK Racing – Mathieu Lahaye – 1’47”.474
  4. Lola-HPD – RML – Tommy Erdos – 1’47”.491
  5. Ginetta-Zytek 09S – Team Bruichladdich – Thor Christian Ebbesvik – 1’48”.439

Formula Le Mans:  

  1. DAMS #44 – Edoardo Piscopo – 1’52”.936
  2. Hope PoleVision Racing #48 – Mathias Beche – 1’53”.090
  3. Applewood Seven #49 – David Zollinger  – 1’53”.447
  4. Boutsen Energy Racing – Dominik Kraihamer – 1’53”.850
  5. DAMS #45 – Alessandro Cicognani – 1’54”.187

GT1:  

  1. Saleen S7-R – Larbre Competition – Gabriele Gardel – 1’57”.085

GT2:  

  1. Ferrari F430 #96– AF Corse – Bruni-Melo – 1'57".850
  2. Porsche 997 GT3 RSR #77 – Team Felbermayr Proton – Richard Lietz – 1'58".216
  3. Ferrari F430 #91 – CRS Racing – Tim Mullen – 1'58".475
  4. Ferrari F430 #95 – AF Corse – Toni Vilander – 1'58".545
  5. Aston Martin V8 Vantage – JMW Motorsport – Robert Bell – 1'58".549


Stop&Go Communcation

Alla fine la Peugeot 908 HDi FAP ed il team Oreca hanno smesso di nascondersi e nella prima qualifica della […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/endurance__059__640_low.jpg LMS – 8H Le Castellet – Qualifiche: La Peugeot risponde all’Audi: è pole!