Sotto un sole parzialmente oscurato da nuvole minacciose è partito il primo appuntamento della stagione 2010 della Le Mans Series.

Il clima inizialmente incerto gioca un brutto scherzo alla Saleen di Gardel che azzarda le rain scegliendo di partire dai box. La vettura non fa però a tempo a schierarsi che il sole del sud della Francia irrompe sul circuito, spiazzando il team transalpino. Ma ormai è ora. Al pronti via parte davanti la Peugeot di Stéphane Sarrazin davanti all’Audi R15 con Allan McNish ma nella lotta alla seconda curva si inserisce fortissimo la Lola Aston Martin di Stefan Mucke che a sorpresa si piazza al comando. L’illusione però dura poco e in poche tornate si ristabilisce la gerarchia iniziale con lo scozzese dell’Audi a sorpassare di potenza in fondo al rettilineo, imitato presto dalla Peugeot.

Dietro in LM P2 si fa largo la solita HPD della Strakka Racing. Avvincente come previsto invece la lotta in GT2, con al comando la Porsche IMSA Matmut con Patrick Pilet davanti alla Ferarri di Jaime Melo.

La corsa non è avara di colpi di scena. Al 7° giro la Lola Rebellion di Neel Jani esce di pista. Pare una esagerazione del pilota, ma poco dopo appare il vero problema, la gomma posteriore destra che, forata, rischia di rovinare dall’inizio la corsa della vettura svizzera. Un tormentato ritorno ai box, poi al giro successivo una nuova e lunga sosta. Successivamente verrà comminato al team anche uno Stop & Go di 3 minuti. Grattacapi anche per la Peugeot 908, che, dopo aver passato molto tempo ai box, è ripartita con 9 giri accumulati dall'Audi.

In questa fase sono le gomme a creare qualche problema ai concorrenti. La Lola Aston Martin di Stefan Mucke lamenta un problema simile alla anteriore destra, mentre alcuni giri più tardi è la Spyker di Peter Dumbreck ad annebbiare la vista degli spettatori con la posteriore destra forata. Il fornitore di questi team è lo stesso… Problemi di gomme (ma diverso fornitore) anche per l’Oreca di Soheil Ayari. Problemi anche per l’Aston Martin GT2 della JMW DI Robert Bell, che difficilmente potrà proseguire

L’ora termina con un altro colpo di scena. Le due battistrada, separate in pista di circa 10” entrano assieme ai box per il primo pit ma la Peugeot non ne riesce ed è costretta ad una lunga sosta ai box.  A fra poco per nuovi aggiornamenti.

LMP1:  

  1. Audi R15 plus TDI
  2. Aston Martin LMP1
  3. Lola #13 Rebellion Racing
  4. Oreca 01 – AIM
  5. Aston Martin LMP1 Team Signature

 LMP2:  

  1. HPD ARX-01c Strakka Racing
  2. Ginetta-Zytek 09S Quifel-ASM
  3. Pescarolo-Judd #24 OAK Racing
  4. Lola-HPD RML
  5. Ginetta-Zytek 09S Team Bruichladdich

 FLM: 

  1. DAMS #43
  2. DAMS #44
  3. Hope PoleVision Racing #48
  4. Applewood Seven
  5. JMB Racing

 GT1:  

  1. Saleen S7r Larbre Competition

 GT2:  

  1. Porsche 997 IMSA Performance
  2. Ferrari F430 #96 AF Corse
  3. Porsche 997 #77 Team Felbermayr Proton
  4. Ferrari F430 #90 CRS Racing
  5. Ferrari F430 #91 CRS Racing

Alfonso Liberi – Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Sotto un sole parzialmente oscurato da nuvole minacciose è partito il primo appuntamento della stagione 2010 della Le Mans Series. […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/enduranceDSC06282_lo.jpg LMS – 8H Le Castellet LIVE – 1a ora. Exploit iniziale dell’Aston Martin ma è l’Audi a dominare