Un progetto grandioso, e già sulla rampa di lancio: Bailey Edwards Cars, con sede in Sud Africa e specializzata in riproduzioni di Ford GT40, Ferrari P4 e Porsche 917, ha deciso di compiere il grande passo, imbastendo un programma con un proprio prototipo LMP2, da far debuttare alla 24 Ore di Le Mans del 2011.  

Anche se il progetto è iniziato 18 mesi fa, solo pochi addetti ai lavori sono a conoscenza di tutti i dettagli. Il primo screenshot mostra una vettura dalle linee aggressive, con gli attacchi dell’alettone posteriore a ‘collo di cigno’ e soprattutto una struttura coupè.  

“Il Sud Africa ha una grande tradizione riguardante Le Mans, come Woolf Barnato, figlio del magnate minerario Barney, e tre volte vincitore, dal 1928 al 1930, della gara con il marchio Bentley”, ha esplicitato Peter Bailey. “La squadra ha volutamente desistito dal fare annunci preventivi finchè non avessimo avuto qualcosa di concreto in mano. Nessuno, in Sud Africa, svolge il nostro stesso tipo di lavoro con la fibra di carbonio. Abbiamo acquistato la maggior parte del materiale che ci serve, costruendo i nostri pannelli in fibra di carbonio, pronti per essere testati dalla FIA. E’ un progetto tutto sud africano: la progettazione, la costruzione, lo sviluppo ed i test saranno compiuti con tecnici e piloti del nostro paese, utilizzando inoltre il maggior numero possibile di componenti locali”.  

Gabriele Sbrana


Stop&Go Communcation

Un progetto grandioso, e già sulla rampa di lancio: Bailey Edwards Cars, con sede in Sud Africa e specializzata in […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/endurance2.jpg Le Mans – Il Sud Africa si affaccia alla 24 Ore di Le Sarthe, armato di un progetto ambizioso