Resi noti dall’ACO, l’Automobile Club de l’Ouest, i primi 13 inviti alla 24 Ore di Le Mans 2014.

Si tratta dei vincitori di categoria della scorsa 24 Ore ed i vincitori dei campionati endurance continentali europeo (ELMS) ed asiatico (Asian Le Mans Series), più due entry selezionate della defunta American Le Mans Series, in rappresentanza di 12 team. Il dettaglio:

OAK Racing – 2 inviti in LM P2 per la vittoria in LM P2 alla 24 Ore di Le Mans e nell’ Asian Le Mans Series nel 2013

Audi Sport Team Joest – 1 invito in LM P1 per la vittoria alla 24 Ore di Le Mans in LM P1

Porsche AG Team Manthey – 1 invito in GTE-Pro per la vittoria alla 24 Ore di Le Mans in GTE-Pro

IMSA Performance MATMUT – 1 invito in GTE-Am per la vittoria alla 24 Ore di Le Mans in GTE-Am

Muscle Milk Pickett Racing – 1 invito in LM P2 – selezionata dall’American Le Mans Series

Risi Competizione – 1 invito in GTE-Pro – selezionata dall’American Le Mans Series

AF Corse – 1 invito in GTE-Am per la vittoria nella classe GTC dell’Asian Le Mans Series

Craft Racing AMR – 1 invito in GTE-Am per il secondo posto nella classe GTC dell’Asian Le Mans Series

Signatech Alpine – 1 invito in LM P2 per la vittoria nella classe LM P2 dell’European Le Mans Series

RAM Racing – 1 invito in GTE-Pro o in GTE-Am per la vittoria nella classe GTE dell’European Le Mans Series

Proton Competition – 1 invito in GTE-Pro o in GTE-Am per il secondo posto nella classe GTE dell’European Le Mans Series

Team Endurance Challenge – 1 invito in LM P2 per la vittoria nella classe LM PC dell’European Le Mans Series

Nessun invito infine per il vincitore della classe GTC dell’European Le Mans Series, SMP Racing, in quanto non ha partecipato a tutte le gare del campionato.

Ognuno di questi inviti verrà garantito solo se nel 2014 la vettura designata sarà nell’Asian Le Mans Series, nell’European Le Mans Series o nel Tudor United SportsCar Championship.

Fanno sicuramente spicco le due selezioni a stelle e strisce rappresentate da Muscle Milk e Risi Competizione. Per la prima potrebbe trattarsi finalmente della prima apparizione a Le Mans, mentre per Risi, selezionata nonostante sia terminata solamente quarta in campionato alle spalle delle Corvette e di una BMW Z4, si tratta di un ritorno dopo le vittoriose affermazioni in GT2 nel 2008 e nel 2009

 

La data di chiusura per le iscrizioni alla 24 Ore di Le Mans, il FIA World Endurance Championship e l’European Le Mans Series è fissata per il 30 gennaio prossimo. La lista completa delle iscrizioni alla 24 Ore 2014 ed al WEC sarà annunciata due sole settimane dopo, giovedì 13 febbraio 2014.

In quella sede verranno svelati ulteriori particolari sulla 82ma edizione della classica della Sarthe. Nel frattempo, sono state rese note le regole supplementari dell’evento, tra cui spiccano tre nuove feature in tema di sicurezza.

– Come ogni anno, ma maggiormente quest’anno dopo l’incidente mortale ad Allan Simonsen, l’ACO ha iniziato dei lavori di sistemazione, particolarmente a Tertre Rouge e alla Corvette.

– Sarà obbligatorio un test al simulatore della durata di mezza giornata per i rookies e per i piloti che non hanno partecipato alla 24 Ore di Le Mans negli ultimi 5 anni, così da abituarli alle diverse condizioni della pista e alle posizioni delle segnalazioni.

– Verrà infine introdotta un “slow zone procedure” per ridurre l’impatto delle safety cars sulla gara. In caso di incidente che necessiti l’intervento di commissari e dei servizi tecnici e medici, solo una sezione del circuito verrà neutralizzata. In questa zona le macchine non potranno né sorpassare né superare il limite dei 60 kmh, mentre fuori da questa zona la gara continuerà normalmente. Se necessario, la “slow zone” verrà preceduta da un comune periodo di neutralizzazione con le safety car diposte su tutto il circuito.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Resi noti dall’ACO, l’Automobile Club de l’Ouest, i primi 13 inviti alla 24 Ore di Le Mans 2014. Si tratta […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/12/2013-24-Heures-du-Mans-2013-02513802-977.JPG_hd.jpg Le Mans – I primi 13 inviti e le novità in tema di sicurezza