DKR Engineering prosegue l’avvicinamento ad un nuovo titolo nella Michelin Le Mans Cup vincendo anche il secondo round di Monza.

Questa volta però l’equipaggio formato da Leonard Hoogenboom e Jens Petersen deve ringraziare un errore marchiano da parte di Nicolas Schatz, che con l’entry del DB Autosport alla metà gara fallisce l’entrata ai box per il pitstop obbligatorio e, dopo un lungo alla prima variante, deve lasciare parcheggiata la sua Norma, senza carburante, vanificando il lungo solco scavato tra sé e gli inseguitori.

Prima di quel momento la gara aveva già visto un discreto rimescolamento, con l’entry in pole position del Lanan Racing di Michael Benham presto scivolata nelle posizioni di rincalzo; il contatto con la Ligier dell’SPV da parte di un Duncan Tappy in rimonta ha chiuso definitivamente le ambizioni del team inglese, causando una delle due Full Course Yellow della gara.

Dietro la Norma battente bandiera del Lussemburgo terminano quindi le due Ligier dell’Ecurie Ecosse/Nielsen di Anthony Wells e James Littlejohn, già sul podio al Paul Ricard, e quella dell’RLR Msport di John Farano e Job Van Utiert.

Si ripete in GT3 anche Kessel Racing, che come in Francia vince nella categoria con Giacomo Piccini e Sergio Pianezzola. L’unica Porsche presente schierata da Ebimotors partiva dalla pole position conquistata in tarda mattinata, ma presto perdeva terreno nei confronti dell’accoppiata formata da Pianezzola e Piergiuseppe Perazzini con la 488 GT3 di AF Corse.

A cambi avvenuti, il più giovane dei fratelli Piccini manteneva il divario su Marco Cioci, subentrato sulla Rossa #71, mentre Andrea Piccini cercava di concretizzare l’inseguimento al podio nei confronti di Alessandro Baccani, subentrato a Paolo Venerosi sulla Porsche Ebimotors per un nuovo podio tutto Ferrari.

Purtroppo però per il driver del Kessel Racing, la direzione gara lo trovava colpevole del bloccaggio nei confronti di una LM P3 del Graff Racing e lo costringeva ad un drive-through che lo relegava dietro anche l’altra 488 GT3 di Maurizio Mediani. Nel finale il pilota reggiano si faceva vigorosamente valere nei confronti di Piccini, mantenendo così le posizioni, con Ebimotors per la prima volta a podio in stagione.

Prossimo appuntamento della Le Mans Cup la prestigiosa Road To Le Mans, sul circuito della Sarthe, il 14 ed il 16 giugno, in due manches da 55 minuti ciascuna, a contorno della 24 Ore.

Piero Lonardo

L’ordine di arrivo


Stop&Go Communcation

DB Autosport butta via la gara mancando il box

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/05/PL58179-1024x682.jpg Le Mans Cup – Monza, Gara: DKR e Kessel concedono il bis