Sarà la volta buona di Marco Andretti alla Indy 500? Questa volta non sono solo supposizioni, ma i dati concreti che provengono dall’ovale più famoso del pianeta, dove il figlio e nipote d’arte ha piazzato la miglior media nel Fast Friday.

Nel giorno dedicato a testare assetti (e soprattutto potenze) da qualifica, Andretti ha presto piazzato la miglior media di 231.802 mph, presto imitato da Robert Wickens e Ed Carpenter, i soli tre piloti a varcare il muro delle 231 miglia col nuovo aerokit.

Notevole anche il quarto posto assoluto conquistato dal veterano Oriol Servia con la terza DW12-Honda del Rahal Letterman Lanigan gestita in pista ricordiamo da Scuderia Corsa a 230.247 mph, ottenuto sempre nel traffico.

Ma chi ha impressionato ancora di più è stata ancora una volta la pattuglia Penske, dominatrice della lista dei tempi che non tengono conto della scia (Non-Tow). Will Power comanda infatti questa graduatoria con la quinta media assoluta davanti ai compagni di squadra Josef Newgarden e Simon Pagenaud.

Completano la top five la vecchia volpe Ed Carpenter e Sebastien Bourdais, autore anche della sesta media assoluta nel traffico davanti a Tony Kanaan. Tra i protagonisti, non impressionano Scott Dixon, 21mo dietro Danica Patrick, sempre alle prese con il difficile approccio al nuovo aerokit da parte del Team Ganassi; poco dietro nella lista dei tempi troviamo Ryan-Hunter-Reay e Takuma Sato, poi James Hinchcliffe 29mo e Graham Rahal, addirittura 33mo.

Da segnalare inoltre il primo vero crash del weekend, con James Davison che perde il controllo della terza vettura del team Foyt e finisce pesantemente a muro in curva 2. Pilota incolume ma gran lavoro per il Belardi Racing, che gestisce in pista la DW12-Chevy #33, in vista delle qualifiche.

Da Indianapolis rimbalza infine la notizia dell’ingaggio di Santino Ferrucci per il prossimo round di Detroit da parte del Dale Coyne Racing. Il 19enne del Connecticut, attualmente impegnato in F2 col Trident nonchè development driver della Haas F1, sostituirà Zachary Claman de Melo, che a sua volta ha preso il posto nel mese di maggio dell’infortunato Pietro Fittipaldi, al volante della vettura #19.

Tutto pronto quindi per le qualifiche, a partire dalle 11 AM locali di sabato, dopo un warm-up di 90’, con l’appendice di domenica per definire nel dettaglio la griglia della 102ma Indy 500. Particolare attenzione al meteo, in quanto si prevedono temporali nella zona per tutto il weekend.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 5 (Fast Friday)

I risultati delle Libere 5 (Fast Friday – Non-Tow)

L’ordine delle qualifiche


Stop&Go Communcation

Ma il team Penske fa paura e monopolizza la classifica senza scia

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/05/05-18-Andretti-On-Course-Turn1-IMS.jpg IndyCar – Indy 500, Fast Friday: Andretti fa sul serio