Piccolo risultato a sorpresa nella quarta e ultima sessione di prove libere della 12 Ore di Sebring. Al comando c’è sempre una Peugeot, ma si tratta della vecchia 908 HDi del Team Oreca, con Loic Duval capace nell’ultimo giro disponibile di marcare il tempo di 1:48.704 con cui ha scavalcato le Audi R15 Plus di Tom Kristensen e Romain Dumas.

Curiosamente, quindi, troviamo al comando tre vetture della precedente generazione di LMP1, seppur adattate ai nuovi regolamenti. È invece 4° la Peugeot ufficiale di Montagny/Sarrazin/Lamy, davanti alla HPD di casa Highcroft, alla Aston Martin del Muscle Milk Racing e all’altra 908 di Wurz/Gene/Davidson .

La Signatech si è ripresa la leadership fra le LMP2, con Soheil Ayari imprendibile sulla sua Oreca-Nissan per tutti gli avversari diretti, a cominciare dalle Lola preparate dal Level 5 Motorsports.

Frederic Makowiecki si è imposto in classe GTE Pro con la Ferrari 458 del team Luxury Racing, davanti a Fisichella/Bruni/Kaffer e alle due BMW factory. In GTE Am prevale la Porsche di Richard Lietz. Classe LMPC appannagio del Genoa Racing; nella GT Cup spicca Sean Edwards (Porsche).

Non sono mancate anche in quest’occasione due bandiere rosse, seppur le interruzioni non siano state di durata particolarmente lunga: prima è maturata per l’incidente di Henrique Cisneros, la successiva per l’impatto contro le barriere di Seth Neiman alla Curva 6.


Stop&Go Communcation

Piccolo risultato a sorpresa nella quarta e ultima sessione di prove libere della 12 Ore di Sebring. Al comando c’è […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/enduranceendurance-180311-02.jpg ILMC – Sebring, Libere 4: Loic Duval sorprende con la Peugeot Oreca