La pole-position dell’edizione 2011 della 24 Ore di Le Mans è marchiata Audi. La terza e definitiva sessione di qualifiche disputata ieri sera ha sancito la zampata di Benoit Treluyer con la R18 numero 2, grazie al tempo di 3:25.738. Per appena 61 millesimi (un distacco ancora più irrisorio su un circuito come quello della Sarthe) il driver francese si è messo alle spalle la coupé gemella di Bernhard/Dumas/Rockenfeller.

Treluyer ha quindi confermato la vetta colta già dal compagno di equipaggio Marcel Fasseler nel secondo turno, “limando” due decimi rivelatisi fondamentali.

A fronte di una prima fila tutta “grigia”, la Peugeot dovrà accontentarsi di occupare la linea dietro con Lamy/Bourdais/Pagenaud e Montagny/Sarrazin/Minassian. Gli alfieri della squadra transalpina non sono riusciti a migliorarsi nell’ultimo segmento di prove ufficiali, complice il traffico che ha in parte vanificato l’effetto dei pneumatici freschi.

La terza fila sarà invece equamente spartita tra i due squadroni, con Capello/Kristensen/McNish in 5° piazza e Gene/Wurz/Davidson in 6°. Il pilota inglese è stato protagonista di un testacoda alla chicane Ford al suo primo tentativo lanciato, non riuscendo poi a trovare il ritmo giusto per rimediare a causa della bandiera rossa esposta.

Dopo circa 20 minuti una macchia d’olio ha causato l’impatto contro le barriere della Ferrari di Anthony Beltoise alla curva Mulsanne. Sorte simile per Christian Klien con l’Aston Martin AMR-One (22°, sempre in difficoltà), che ha rimediato così una foratura alla gomma posteriore sinistra. L’interruzione si è resa necessaria per consentire ai commissari di sistemare l’asfalto nella zona incriminata.

Al 7° posto assoluto partirà un’altra Peugeot, la “vecchia” 908 HDi del Team Oreca affidata al trio Lapierre/Duval/Panis, già capace di far saltare il banco a Sebring. Alle loro spalle la Lola-Toyota di Jani/Prost/Bleekemolen, la vettura più veloce fra quelle dotate di propulsore a benzina, seguita dalla Pescarolo e dalla LMP1 gemella di Belicchi/Boullion/Smith.

In classe LMP2 si è imposta la Oreca-Nissan dela Signatech, con Mailleux/Ordonez/Ayari battendo la HDP di Leventis/Watts/Kane, poracolori dello Strakka Racing.

Fra gli iscritti alla GTE-Pro è Augusto Farfus ad aver marcato la miglior prestazione: il brasiliano della BMW, con il suo 3:57.592 segnato appena prima della bandiera rossa, ha preceduto la Ferrari 458 di Bruni/Fisichella/Vilander. L’altra M3 ufficiale di Priaulx/Muller/Hand si è vista così scavalcata non avendo partecipato a questo turno dopo il crash nella Q2.

In GTE-Am i nostri Piergiuseppe Perazzini, Marco Cioci e Sean-Paul Breslin (Ferrari) hanno conquistato la leadership in 4:01.282, riferimento decisamente di rilievo rispetto alla concorrenza diretta.

Da segnalare inoltre gli incidenti avvenuti nella Q1, con Nick Leventis protagonista di un incidente in prossimità del ponte Dunlop con la sua HPD (bandiera rossa) e quello che ha coinvolto uno sfortunato Romain Dumas, che non ha potuto evitare la Aston Martin Vantage di Roald Goethe ferma in traiettoria.

Classifica

01. (LMP1) Fassler/Lotterer/Treluyer – Audi – 3:25.738
02. (LMP1) Bernhard/Dumas/Rockenfeller – Audi – 3:25.799
03. (LMP1) Lamy/Bourdais/Pagenaud – Peugeot – 3:26.010
04. (LMP1) Montagny/Sarrazin/Minassian – Peugeot – 3:26.156
05. (LMP1) Capello/Kristensen/McNish – Audi – 3:26.165
06. (LMP1) Gene/Wurz/Davidson – Peugeot – 3:26.272
07. (LMP1) Lapierre/Duval/Panis – Peugeot – 3:30.084
08. (LMP1) Jani/Prost/Bleekemolen – Lola-Toyota – 3:32.883
09. (LMP1) Collard/Tinseau/Jousse – Pescarolo-Judd – 3:33.066
10. (LMP1) Belicchi/Boullion/Smith – Lola-Toyota – 3:34.573
11. (LMP1) Monteiro/Moreau/Ragues – Pescarolo-Judd – 3:34.933
12. (LMP1) Ickx/Martin/Leinders – Aston Martin – 3:36.551
13. (LMP1) Amaral/Pla/Hughes – Zytek – 3:37.393
14. (LMP2) Mailleux/Ordonez/Ayari – ORECA-Nissan – 3:41.458
15. (LMP1) Hein/Nicolet/Yvon – Pescarolo-Judd – 3:41.908
16. (LMP2) Leventis/Watts/Kane – HPD – 3:42.615
17. (LMP2) Premat/Hallyday/Kraihamer – ORECA-Nissan – 3:43.098
18. (LMP2) Perez Companc/Russo/Kaffer – Lola-Judd – 3:43.223
19. (LMP2) Nakano/De Crem/Charouz – Pescarolo-BMW – 3:43.479
20. (LMP2) Ojjeh/Kimber-Smith/Lombard – Zytek-Nissan – 3:43.812
21. (LMP2) Frey/Meichtry/Rostan – ORECA-Judd – 3:44.294
22. (LMP1) Mucke/Turner/Klien – Aston Martin – 3:45.918
23. (LMP2) Erdos/Newton/Collins – HPD – 3:47.308
24. (LMP1) Zacchia/Lammers/Elgaard – ORECA – 3:47.691
25. (LMP1) Primat/Fernandez/Meyrick – Aston Martin – 3:48.355
26. (LMP2) Rosier/Haezbrouck/Fournoux – Norma-Judd – 3:48.420
27. (LMP2) Barlesi/Da Rocha/Lafargue – Pescarolo-Judd – 3:48.665
28. (LMP2) Tucker/Bouchut/Barbosa – Lola-Honda – 3:48.863
30. (GTE-Pro) Farfus/Muller/Werner – BMW – 3:57.592
29. (GTE-Pro) Fisichella/Bruni/Vilander – Ferrari – 3:58.040
31. (GTE-Pro) Priaulx/Muller/Hand – BMW – 3:58.426
32. (GTE-Pro) Gavin/Magnussen/Westbrook – Corvette – 3:59.519
33. (GTE-Pro) Farnbacher/Simonsen/Keen – Ferrari – 3:59.519
34. (GTE-Pro) Beretta/Milner/Garcia – Corvette – 3:59.633
35. (GTE-Pro) Lieb/Lietz/Henzler – Porsche – 3:59.662
36. (GTE-Pro) Ortelli/Makowiecki/Melo – Ferrari – 3:59.901
37. (GTE-Pro) Goossens/Holzer/Van Lagen – Porsche – 3:59.962
38. (GTE-Pro) Dolan/Hancock/Buncombe – Aston Martin – 4:00.747
39. (GTE-Pro) Bell/Sugden/Maasen – Ferrari – 4:00.890
40. (GTE-Pro) Bergmeister/Long/Luhr – Porsche – 4:01.024
41. (GTE-Pro) Beltoise/Jakubowski/Thiret – Ferrari – 4:01.176
42. (GTE-Am) Perazzini/Cioci/Breslin – Ferrari – 4:01.282
43. (GTE-Pro) Al Faisal/Tandy/Miller – Porsche – 4:01.752
44. (GTE-Pro) Kauffman/Waltrip/Aguas – Ferrari – 4:02.216
45. (GTE-Pro) Pilet/Narac/Armindo – Porsche – 4:02.548
46. (GTE-Am) Felbermayr/Felbermayr/Ried – Porsche – 4:03.532
47. (GTE-Am) Niemen/Law/Pumpelly – Porsche – 4:03.648
48. (GTE-Am) Bourret/Gibon/Belloc – Porsche – 4:03.918
49. (GTE-Am) Rodrigues/Menahem/Marroc – ORECA – 4:04.640
50. (GTE-Am) Giroix/Goethe/Wainwright – Aston Martin – 4:04.825
51. (GTE-Am) Krohn/Jonsson/Rugulo – Ferrari – 4:05.211
52. (GTE-Am) Bornhauser/Canal/Gardel – Porsche – 4:05.955
53. (GTE-Am) Ehret/Lynn/Wills – Ferrari – 4:07.236
54. (GTE-Pro) Hirschi/Rossiter/Mowlem – Lotus – 4:07.465
55. (GTE-Am) Robertson/Robertson/Murry – Ford-Doran – 4:08.208
56. (GTE-Pro) Rich/Slingerland/Hartshorne – Lotus – 4:12.569


Stop&Go Communcation

La pole-position dell’edizione 2011 della 24 Ore di Le Mans è marchiata Audi. La terza e definitiva sessione di qualifiche […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/enduranceendurance-100611-01.jpg ILMC – Le Mans, Qualifiche: Treluyer consegna la pole all’Audi