Mentre sul circuito della Sarthe si affacciano le prime ombre della sera, rimangono immutate le posizioni di testa, con Marcel Fassler che conduce con un vantaggio piuttosto stabile sulla prima Peugeot 908, quella di Marc Gene. Più distanziate ed in lotta diretta con l’altra Audi superstite, ora condotta da Mike Rockenfeller, le altre due Peugeot di Pedro Lamy e Nicolas Minassian, che però vantano un pit stop in meno. Esce infine dallo stesso giro dei battistrada anche la Peugeot 2010 dell’ORECA con Olivier Panis.

Tra le benzina, stabilmente al comando, con tre giri di gap dai primi, le due Lola Rebellion con Neel Jani e Bouillon, davanti alla Pescarolo Judd con Emmanuel Collard, che però ha effettuato una sosta in più.

In LMP2 l’Oreca Nissan (nella foto) fa corsa a sè e ha accumulato due giri di vantaggio sulla diretta inseguitrice, la Zytek Nissan del Greaves Motorsport, stabile seconda, che precede la muta delle alter barchette capitanata al momento dalla “solita” HPD dello Strakka Racing.

In GTE-Pro purtroppo brutto dritto a Mulsanne per Toni Vilander all’inizio della 5a ora. Il pilota della AF Corse perde secondi preziosi per una gara così tirata e si ritrova addirittura ora sesta di classe. Via totalmente libera quindi alla Corvette ufficiale con Richard Westbrook che precede di circa 1′ la BMW di Andy Priaulx. Terza si riaffaccia la Porsche della Prospeed con l’asso della Carrera Cup, Jaap Van Lagen. L’onore del cavallino viene salvato per ora dall’ottima prestazione della 458 Italia #58 del Luxury Racing con Stephane Ortelli, quinto dietro anche alla seconda Corvette, in continua rimonta.

Infine nella GTE-Am lotta serrata con sette macchine nello stesso giro che garantiranno sicuramente spettacolo, inconvenienti tecnici permettendo, fino alla fine della gara. Al momento conduce la Corvette della Larbre davanti alla Ferrari F430 del Krohn Racing, complice anche un testacoda dell’Aston Martin Vantage dell’AMR Gulf, precedentemente in testa.

Classifica

01. (LMP1) Fassler/Lotterer/Treluyer – Audi
02. (LMP1) Gene/Wurz/Davidson – Peugeot – 1’01”096
03. (LMP1) Lamy/Bourdais/Pagenaud – Peugeot – 2’03”137
04. (LMP1) Montagny/Sarrazin/Minassian – Peugeot – 2’04”434
05. (LMP1) Bernhard/Dumas/Rockenfeller – Audi –  2’14″976
06. (LMP1) Lapierre/Duval/Panis – Peugeot – a 1 giro
07. (LMP1) Jani/Prost/Bleekemolen – Lola-Toyota – a 2 giri
08. (LMP1) Belicchi/Boullion/Smith – Lola-Toyota – a 2 giri
09. (LMP1) Collard/Tinseau/Jousse – Pescarolo-Judd – a 2 giri
10. (LMP2) Premat/Hallyday/Kraihamer – Oreca-Nissan – a 5 giri

Classifica LMP2

01. Premat/Hallyday/Kraihamer – Oreca-Nissan – a 5 giri
02. Ojjeh/Kimber-Smith/Lombard – Zytek-Nissan – a 6 giri
03. Leventis/Watts/Kane – HPD – a 6 giri

Classifica GTE-Pro

01. Gavin/Magnussen/Westbrook – Corvette – a 9 giri
02. Priaulx/Muller/Hand – BMW – a 9 giri
03. Goossens/Holzer/Van Lagen – Porsche – a 10 giri

Classifica GTE-Am

01. Bornhauser/Canal/Gardel – Corvette – a 12 giri
02. Krohn/Jonsson/Rugulo – Ferrari – a 12 giri
03. Bourret/Gibon/Belloc – Porsche – a 12 giri

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Mentre sul circuito della Sarthe si affacciano le prime ombre della sera, rimangono immutate le posizioni di testa, con Marcel […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/endurance2011_24_Heures_du_Mans_48-_TEAM_ORECA_MATMUT_ORECA_03-NISSAN_PSA_1124A_VS2_3298_hd.jpg ILMC – Le Mans, 6a ora: Audi stabile al comando. Oreca Nissan ipoteca la LMP2