La 21a ora di gara si apre con una minaccia di pioggia che però lambisce solamente il circuito. Davanti Andrè Lotterer va a sostituire quello che è ormai a pieno titolo il nuovo idolo di Le Mans, Benoit Treluyer, e poco dopo anche Sebastien Bourdais si deve fermare per la 24a sosta della Peugeot #9. All’uscita dei box si ripropone quindi il consueto distacco di circa 1 minuto che consente alla vettura dei quattro cerchi di gestire la situazione. Da segnalare l’avvertimento dei commissari al Team Audi riguardo lo sfruttamento dell’intera sede stradale nei sorpassi e nei doppiaggi della macchina #2 e la nuova ostruzione, allo scadere della 21a ora, di Franck Montagny su Lotterer. Alla fine il portacolori Audi infila il francese in staccata, di giustezza.

Dietro i battistrada la Peugeot dell’Oreca completa il lungo inseguimento alla Pescarolo di Emmanuel Collard e si riappropria della quinta posizione assoluta persa per la sosta ai box derivante dall’uscita di strada.

In LM P2 nuova defaillance per l’Oreca-Nissan della Signatech, che perde terreno per la foratura della posteriore sinistra, raggiungendo stancamente i box ma mantenendo comunque la seconda piazza di categoria.

All’inizio della 22a ora la pioggia inizia a scendere più copiosamente, rendendo scivolose alcune parti del circuito. Vittime delle nuove condizioni della pista Loic Duval e la Peugeot Oreca che esce alla Indianapolis ma riesce a ripartire perdendo pericolosamente il cofano posteriore in pieno rettilineo. Inevitabile sosta ai box che comporta nuovamente la perdita della quinta posizione di nuovo a favore della Pescarolo. La situazione però dura meno di un’ora, perché Emmanuel Collard rovina la gara del team del patron barbuto uscendo alle curve Porsche terminando la propria corsa contro le gomme.

In testa, Andrè Lotterer, che fino a quel momento aveva intensificato la propria leadership, è costretto a rallentare per evitare i pericoli della pioggia. D’altra parte le rivali optano per le intermedie sulle vetture di rincalzo. La casa del Leone però non rischia sulla vettura di Pagenaud e altrettanto fa la casa dei quattro cerchi, che rimanda in pista il battistrada senza cambiare le slick. 

Cede alla pioggia anche la Zytek Nissan del Greaves Motorsport, che si gira nella sabbia alla esse Dunlop rischiando di compromettere la leadership della LM P2 fin qui conquistata con merito, ma riesce a ripartire senza perdere la testa della categoria.

In GTE-PRO continua a lotta tra la Ferrari AF Corse di Vilander e la Corvette ufficiale #73 guidata ora da Milner, che approfitta dei problemi della vetttura del cavallino, compreso un innucuo lungo, per passare al comando.

Situazione immutata in GTE-AM con le due vetture del team Larbre in testa alla categoria.

Piero Lonardo  

La classifica alla ventiduesima ora:

Pos #      Driver                                  Car                                    Class       Gap

LM P1

1     2      Andrè Lotterer             Audi R18 TDI              LMP1

2     9      Simon Pagenaud         Peugeot 908               LMP1       26”297

3     8      Nicolas Minassian        Peugeot 908               LMP1       2 laps

4     7      Marc Genè                   Peugeot 908                LMP1       4 laps

5     10    Loic Duval       Peugeot 908HDI FAP ORECA      LMP1      14 laps

6     16    Emmanuel Collard      Pescarolo-Judd               LMP1       15 laps

7     12    Jeroen Bleekemolen   Lola B10/60 Rebellion     LMP1      15 laps

9     22    Vanina Ickx                Lola Aston Martin Kronos  LMP1      24 laps

LM P2

8      41    T.Kimber-Smith           Zytek Nissan Greaves                  LMP2      24 laps

10    26    Franck Mailleux            Zytek Nissan Signatech              LMP2      31 laps

11    33    Christian Bouchut        Lola-HPD Level 5                       LMP2      32 laps

GTE-PRO

12    73    Tomas Milner   Corvette C6Z            GTE PRO     36 laps

14    51    Toni Vilander   Ferrari 458 AFCorse   GTE PRO    36 laps

16    56    Joey Hand       BMW M3 GT               GTE PRO     38 laps

GTE-AM

21    50    J.Canal       Corvette C6Z Larbre     GTE AM     46 laps

23    70    C.Bourret    Porsche 997 Larbre      GTE AM     47 laps

25    83    N.Marroc     Ferrari 430 JMB             GTE AM      55 laps


Stop&Go Communcation

La 21a ora di gara si apre con una minaccia di pioggia che però lambisce solamente il circuito. Davanti Andrè […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/endurance2011_24_Heures_du_Mans_2-_AUDI_SPORT_TEAM_JOEST_AUDI_R18_TDI_ACA_1124A_D32_4423_hd.jpg ILMC – Le Mans, 22a ora: La pioggia non cambia gli equilibri